Salta al contenuto principale

Perseguita l'ex fidanzata e tenta per 2 volte
di investire il rivale in amore: arrestato

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

 

ROMA, 16 AGO - Un ventitreenne della provincia di Reggio Calabria è stato arrestato a Laureana di Borrello con l'accusa di tentato omicidio e stalking ai danni dell’ex e dell’attuale fidanzata.
I Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e della locale Stazione hanno dato esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa due giorni fa dal gip del Tribunale di Palmi Giulio De Gregorio su richiesta del procuratore aggiunto Emanuele Crescenti.
Tra i vari atti persecutori commessi dall’indagato, Stefano Alvaro, gli inquirenti hanno registrato continui pedinamenti, molestie e messaggi persecutori alle due giovani, nonchè una violenta aggressione ed il duplice tentativo di investire con l'auto il nuovo fidanzato dell’ex ragazza.

PERSEGUITAVA la sua ex ed è arrivato per due volte a tentare di investire l'attuale fidanzato della sua amata d'un tempo: un ventitreenne della provincia di Reggio Calabria, Stefano Alvaro, è stato arrestato a Laureana di Borrello con l'accusa di tentato omicidio e stalking.

 

I Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro e della locale Stazione hanno dato esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa due giorni fa dal gip del Tribunale di Palmi Giulio De Gregorio su richiesta del procuratore aggiunto Emanuele Crescenti. Tra i vari atti persecutori commessi dall’indagato, gli inquirenti hanno registrato continui pedinamenti, molestie e messaggi persecutori avvenuti  da febbraio a giugno 2013, ai danni dell’ex fidanzata di 20 anni. Ma il giovane si è accanito anche sull’attuale ragazzo della sua ex, un giovane di 24 anni: ad Alvaro viene contestata infatti una violenta aggressione ed il duplice tentativo di investire con l'auto il rivale.

La prima volta, a febbraio scorso, il giovane è riuscito a scansarsi mentre il 16 giugno scorso, invece, è stato per ben due volte travolto, in piena notte, dall’auto dell’arrestato che l’aveva pedinato per tutta la serata. Non soddisfatto Alvaro, una volta sceso dall’auto, si è scagliato contro il fidanzato della sua ex, colpendolo con calci e pugni, lasciandolo agonizzante per terra e scappando via. 

Le immediate attività d’indagine svolte dai Carabinieri sotto la costante direzione della Procura di Palmi hanno permesso di ricostruire con dovizia di particolari la gravità degli eventi occorsi, riuscendo così a porre fine allo stato di timore e ansia di cui era vittima la nuova coppia a tal punto da fargli mutare le proprie abitudini di vita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?