Salta al contenuto principale

Villa S. Giovanni, chiude il distaccamento Polstrada
Scoperta negli uffici la presenza di pulci

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

CATANZARO -

Rischia la chiusura temporanea nelle prossime ore, per la presenza di pulci che ne avrebbero infestato gli ambienti, il distaccamento della Polstrada di Villa San Giovanni, in Calabria.
A causare il problema igienico-sanitario sarebbero stati, secondo le ipotesi più probabili, alcuni cani abbandonati nel periodo estivo lungo l’autostrada Salerno - Reggio Calabria e soccorsi dal personale in servizio. Al momento il distaccamento della Polstrada della cittadina che ospita gli imbarcaderi da e per la Sicilia, è in piena attività in attesa comunque dell’arrivo degli esperti dell’Azienda sanitaria provinciale chiamati a verificare la presenza degli insetti e a disporre se necessario la chiusura degli uffici per la disinfestazione.

Rischia la chiusura temporanea nelle prossime ore, per la presenza di pulci che ne avrebbero infestato gli ambienti, il distaccamento della Polstrada di Villa San Giovanni, in Calabria.A causare il problema igienico-sanitario sarebbero stati, secondo le ipotesi più probabili, alcuni cani abbandonati nel periodo estivo lungo l’autostrada Salerno - Reggio Calabria e soccorsi dal personale in servizio. Al momento il distaccamento della Polstrada della cittadina che ospita gli imbarcaderi da e per la Sicilia, è in piena attività in attesa comunque dell’arrivo degli esperti dell’Azienda sanitaria provinciale chiamati a verificare la presenza degli insetti e a disporre se necessario la chiusura degli uffici per la disinfestazione. Sulla vicenda è intervenuto il segretario regionale del Coisp, il sindacato indipendente di polizia, Giuseppe Brugnano, che ha evidenziato come «ci si trovi davanti ad una vicenda quantomeno vergognosa». Secondo Brugnano, «lo Stato sembra essere completamente assente rispetto ai tanti problemi che vivono i suoi stessi rappresentanti. Nemmeno nei Paesi meno avanzati accadono situazioni del genere. Invece di fare sempre tante parole sulla lotta alla criminalità organizzata - ha proseguito il segretario del Coisp - sarebbe opprtuno, e oramai non più procastinabile, che chi di dovere si decidesse a venire in Calabria per tastare con mano le condizioni in cui sono costretti a lavorare gli operatori di polizia. Ci aspettiamo una invesrione di tendenza da parte del Ministro Alfano - ha concluso Brugnano - nella consapevolezza che non è più possibile proseguire in queste condizioni di assoluto disagio».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?