Salta al contenuto principale

Natuzza, le banche calabresi insieme per la costruzione della "grande e bella chiesa" di Paravati

Calabria

Un altro importante passo verso la realizzazione del "sogno" della mistica: per la prima volta in Calabria un pool di istituti di credito si accorda per un mutuo agevolato e senza garanzie

Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

MILETO - Un altro passo verso la realizzazione del sogno di Natuzza Evolo, quello della costruzione della grande chiesa che la mistica di Paravati, una delle più importanti figure del misticismo mondiale, "visitò" già da adolescente "accompagnata dalla Madonna"- come lei racconta ai fedeli - da costruire proprio nel piccolo centro del Vibonese assieme a un centro per l'accoglienza di anziani e bisognosi.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SU NATUZZA EVOLO
NEL FASCICOLO DINAMICO A LEI DEDICATO

Un mutuo chirografario, che non necessita, cioè, di garanzie reali o personali quali un’ipoteca o una fideiussione, di un milione e 500 mila euro, a tasso agevolato: è questo il frutto del progetto finanziario promosso dal Credito cooperativo calabrese a favore della Fondazione Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime di Paravati, ispirata dalla fede e dalla volontà religiosa della mistica.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SULLA FONDAZIONE
CUORE IMMACOLATO DI MARIA RIFUGIO DELLE ANIME
NEL FASCICOLO DINAMICO DEDICATO

Il finanziamento, è scritto in una nota, «tassello importantissimo per continuare i lavori della 'grande e bella chiesa' voluta da Natuzza, ha trovato concretezza grazie all’impegno di più Istituti di Credito (è la prima volta che le banche calabresi concorrono, in pool, all’erogazione di un finanziamento) tra i quali la Banca di Credito Cooperativo di San Calogero che ha assunto il ruolo di banca capofila, partecipando con la quota più alta». Il progetto sarà illustrato sabato prossimo nel corso di un incontro con i giornalisti. «Il nostro – ha sostenuto il presidente della Bcc di San Calogero, Antonino Barone – è un ringraziamento a Mamma Natuzza che ci ha scelti per concorrere ad una nobile causa, riportandoci, non a caso, alle nostre radici: la Cooperazione di Credito è nata ispirandosi all’insegnamento sociale cristiano ed ai principi cooperativi della mutualità, senza fini di speculazione privata».

Dossier: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?