Salta al contenuto principale

“I colori della memoria”: dal 18 al 26 luglio a Riace superiore

Calabria
Tempo di lettura: 
2 minuti 42 secondi

Il centro storico del piccolo centro reggino ospiterà, da sabato pomeriggio, un evento di arte, musica e dibattiti dedicato alle vittime innocenti della ‘ndrangheta. Otto giorni per colorare la memoria e il centro storico di Riace superiore (RC): inizierà nel pomeriggio di sabato 18 luglio 2008, con l’arrivo degli artisti che realizzeranno sei dei sette murales, l’evento “i colori della memoria”, che si concluderà nella serata di domenica 26 luglio. Organizzato dal Comune di Riace e dalla Gianluca Congiusta onlus, l’evento è patrocinato da Regione Calabria, Provincia di Reggio Calabria (Assessorati alla Difesa della Legalità e alle Politiche Sociali e Tavola della legalità), ReCoSol (Rete Comuni Solidali), Associazione Città Futura, Gruppo Abele, da Sud, Stop ‘ndrangheta, Libera Locride.

Francesco Cirillo, che ha seguito la realizzazione dei murales di Diamante (CS), coordinerà gli artisti e i writer provenienti prevalentemente dal Piemonte (Carmagnola, Torino) per realizzare, sotto la direzione artistica di Nik Spatari, i sei murales dedicati a Rocco Gatto, Peppino Impastato, Giuseppe Valarioti, Totò Speranza, Gianluca Congiusta, Franco Fortugno. Il settimo murales, “contro la mafia sporchiamoci le mani”, eseguito con la tecnica dello stencyl e dedicato a tutte le vittime innocenti della criminalità organizzata, sarà realizzato nella giornata di venerdì 24 luglio dai presenti (artisti, autorità, visitatori, migranti).

«Riace superiore» spiega il Sindaco Mimmo Lucano «si conferma paese dell’accoglienza, diventando teatro del colore e della memoria. L’evento “I colori della memoria” intreccia arte, musica, dibattiti e tavole rotonde per dare colore alla memoria. I murales dedicati alle vittime innocenti di tutte le mafie diventeranno per sempre parte integrante di Riace, raggi si sole e di memoria per non dimenticare». Venerdì 24 luglio, alle ore 21, il primo appuntamento del ricco fine settimana: “IUS SANGUINIS: vivere in Calabria obbliga ad accettare il potere del sangue?”. Dopo la proiezione di due filmati dedicati a Gianluca Congiusta e Federica Monteleone, seguirà il dibattito, moderato dalla giornalista Raffaella Rinaldis, con Mario Congiusta, Hiske Maas, Presidente del MuSaBa, e Paola Bottero, autrice del romanzo “IUS SANGUINIS - rabbia impotenza e speranza nella punta dello stivale”. Sabato 25 luglio, alle ore 18:30, sarà inaugurato il settimo murales “contro la mafia sporchiamoci le mani”, e a seguire, alle ore 19, inizierà il dibattito “i colori della memoria e della legalità”. Ne discuteranno Domenico Lucano, Sindaco di Riace, Mario Congiusta, padre di Gianluca e Presidente della “Gianluca Congiusta onlus”, Matteo Cosenza, Direttore de “il Quotidiano della Calabria”, Luigi De Sena, Senatore della Repubblica. Alle ore 21 I “Mattanza” si esibiranno nel loro spettacolo musicale "Cunti". Domenica 26 luglio, alle ore 18:30, le autorità presenti inaugureranno i murales.

A seguire, alle ore 19, si terrà la tavola rotonda “REATO DI ESISTERE”. Dopo l’introduzione di Mario Congiusta, il giornalista Danilo Chirico modererà gli interventi di Domenico Lucano, Sindaco di Riace, Franco Candia, Sindaco di Stignano, Ilario Ammendolia, Sindaco di Caulonia, Michele Tripodi, Assessore provinciale alla Legalità, Attilio Tucci, Assessore provinciale alle Politiche Sociali, Luigi Sorrenti, Comitato di Direzione nazionale di Libertà e Giustizia, Filippo Veltri, Caporedattore Ansa Calabria, Francesco Rigitano, “Libera Locride”. Alle ore 21 seguirà lo spettacolo artistico “Grido Dentro” con Alberto Gatto e Nino Racco, nonché la proiezione del cortometraggio “Il colore del tempo” e del trailer del documentario “la guerra di Mario”. La reggae band “Invece” dedicherà, infine, un proprio brano a tutte le vittime della mafia. 276835329

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?