Salta al contenuto principale

Le Rivoltelle calabresi alla conquista del Nord

Calabria
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

LE Rivoltelle nel Profondo Nord. Tre date per le quattro ragazze calabresi, a partire da mercoledì 14 novembre alla Salumeria della Musica di Milano (prima assoluta della band nel capoluogo lombardo). A seguire, venerdì 16 novembre al Caffè Neruda di Torino e sabato 17 novembre al Cotonificio Live Music di Chianocco (Torino). Sarà l'occasione per presentare l'ultimo singolo “Taglia 38”, che affronta il tema dell'anoressia. L'album “Le Rivoltelle”, da cui è tratto il brano, è la seconda fatica discografica per Elena (voce, violino, sax e chitarre), Alessandra (basso, chitarre e cori), Paola (batteria, percussioni e cori) e Angela (chitarre e cori). Questo secondo disco, che fa seguito all'esordio “Donne italiane”, fotografa perfettamente il momento del quartetto, nato come cover-band di un repertorio vintage di musica leggera ri-declinato in chiave ska, reggae e rock, e giunto alla pubblicazione di una scaletta mista. La nuova formula conserva la vena trasformatrice e citazionista, fin dalla copertina che omaggia con gusto e ironia “Revolver” dei Beatles, con sei successi d'altri reinterpretati. Introducendo però anche un filone originale, con sei brani inediti. 

La miscela 6+6 rende conto di un cammino intrapreso che va avanti, che non si ferma dentro l'ingessatura di un'etichetta. Definito come un “tributo ai miti ribelli del rock”, il disco contiene omaggi a Mina, Vasco Rossi, Mia Martini, Fabio Concato, Patty Pravo e, unici stranieri, i Rolling Stones, dei quali Elena & socie hanno imbastito una versione italiana di “Paint it black” intitolata “Tutto Nero”. Tra i brani di composizione propria, spicca, oltre al manifesto anti-casta “Ve ne andate o no?”, proprio il nuovo singolo “Taglia 38”, impersonato da Mary Garret alias Mariafrancesca Garritano, la ragazza che qualche mese fa denunciò il problema dell'anoressia nel mondo della danza, perdendo il posto di ballerina solista al Teatro alla Scala. Le Rivoltelle con il lancio di questo pezzo sono finite sulla homepage di D.Repubblica.it.

Testimonial del progetto “Action Aid” in difesa delle donne, le quattro musiciste sono state ospiti in diversi eventi televisivi di buon impatto, tra cui "DoReCiakGulp" di Vincenzo Mollica, "Di che talento sei?", condotto da Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime, nonché la kermesse della scorsa estate "Premio Caruso 2012", andata in onda sulla RAI in mondovisione. Insomma, le ragazze sono cresciute. E sono in tour costantemente, collezionando centinaia di date e esibendosi da anni in club, piazze e festival. Anche al MEI e al “Musicultura” di Macerata hanno portato la loro attitudine aggressiva, sfrontata e adrenalinica. La loro maniera di stare sul palco, scuotere l'ascoltatore, vivere di musica.  

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?