Salta al contenuto principale

LA SCHEDA

Cosa significano le allerte della Protezione Civile?
Ecco la scala di graduazione e il loro significato

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

La Protezione Civile ha predisposto una scala di graduazione delle allerte necessaria per classificare la situazione emergenziale e comprenderne la gravità.

In particolare, la scala con le spiegazione sintetica del livello di allarme è la seguente:

Normalità (Contrassegnata da una assenza di colore): Considerati i fattori monitorati dalla Protezione Civile della Regione non vi è evidenza di un possibile evento calamitoso sul territorio.

Attenzione (Contrassegnata con il colore giallo): E' possibile che un evento calamitoso si verifichi sul territorio regionale, le cui conseguenze potrebbero ripercuotersi sull'incolumità della popolazione, ma la probabilità di accadimento è ancora condizionata da molteplici fattori monitorati ed in evoluzione.

Preallarme (Contrassegnata con il colore arancione): Considerati i fattori monitorati dalla Protezione Civile della Regione, è atteso sul territorio regionale (o sua parte) un evento calamitoso, immediato od ipotizzabile, che potrebbe ripercuotersi sull'incolumità della popolazione e/o sul territorio. La Protezione Civile della Regione è attiva sul territorio con azioni di prevenzione.

Allarme (Contrassegnata con il colore rosso): Un evento calamitoso, con possibili conseguenze per la pubblica incolumità e per il territorio, è in fase di sviluppo sul territorio regionale (od una sua parte) ed è costantemente monitorato dalla Protezione Civile della Regione, che opera sul territorio con azioni di tutela della popolazione e riduzione del rischio.

Calamità (Contrassegnata con il colore nero): Un evento calamitoso, di gravità eccezionale per la pubblica incolumità e per il territorio, ha colpito il territorio regionale (od una sua parte) ed è costantemente monitorato dalla Protezione Civile della Regione, che opera sul territorio con azioni di tutela della popolazione e riduzione del rischio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?