Salta al contenuto principale

Cosenza, dodici contestazioni per mancata trasparenza prezzi del carburante 

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

COSENZA - A dodici impianti di erogazione di carburante è stata contestata l'omessa comunicazione del prezzo nel quadro di una serie di controlli condotti dalla Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cosenza. Nei confronti dei gestori degli impianti sono stati redatti verbali con la contestazione di sanzioni che vanno da un minimo di 500 ad un massimo di 3.000 euro.

Dal 16 settembre 2013, infatti, è obbligatorio per i gestori di tutti gli impianti di distribuzione di carburante dell'intera rete stradale comunicare al Mise, i prezzi praticati per tutte le tipologie di carburanti e per tutte le forme di vendita (con priorità per la modalità self service, se attiva durante l'intero orario di apertura), ai fini della loro pubblicazione sul sito “Osservaprezzi carburanti”.

Tale comunicazione deve avvenire settimanalmente o, nei casi di aumenti anche a cadenza infrasettimanale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?