Salta al contenuto principale

Dipendenti minacciati per lavorare più ore al giorno

Imprenditore di Lamezia denunciato per estorsione

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Controlli della guardia di finanza
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

LAMEZIA TERME (CATANZARO) - Avrebbe costretto i propri dipendenti a lavorare per diverse ore, nonostante il loro contratto part time, arrivando a minacciare quei dipendenti che non accettavano le richieste. Per questo, il gruppo della guardia di finanza di Lamezia Terme ha denunciato un imprenditore, M.F., di Lamezia, per il reato di estorsione continuata in danno di undici dipendenti. L'uomo è titolare di un'attività di bar e tavola calda molto nota in città.

Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, che hanno portato all’operazione “Spartaco”, l’imprenditore avrebbe costretto, tra agosto 2015 e ottobre 2016, i propri dipendenti a svolgere almeno otto o dieci ore di lavoro al giorno, nonostante i contratti part time da quattro cinque ore giornalieri.

I dipendenti sarebbero stati minacciati con la possibilità di essere licenziati. In un caso, dopo diversi reclami, un dipendente sarebbe stato minacciato anche rispetto a possibili ritorsioni fisiche e materiali. All’imprenditore è stato notificato anche un provvedimento di divieto di esercitare ogni attività d’impresa e di uffici direttivi di persone giuridiche. Grazie a questi meccanismi, secondo la guardia di finanza, l’imprenditore avrebbe ottenuto un guadagno quantificato in 56.600 euro. Per questo è stata sequestrata una somma in denaro ritenuta profitto dell’estorsione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?