Salta al contenuto principale

Criminalità, maxi sequestro di cocaina al porto di Gioia Tauro

Tra le interiora di bovini trovata droga per 80 milioni di euro - VIDEO

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il porto di Gioia Tauro
Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

REGGIO CALABRIA - Nuovo maxi sequestro di cocaina al Porto di Gioia Tauro dove gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria della Finanza, unitamente a funzionari dell’Agenzia delle Dogane, Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica, hanno individuato e sequestrato droga per un valore di circa 80 milioni di euro corrispondente a 390 chiligrammi.

GUARDA IL VIDEO DEL RITROVAMENTO DELLA COCAINA

La droga era suddivisa in 354 panetti nascosti all’interno di un container che trasportava interiora di bovino in fusti, proveniente da Santos (Brasile) e destinato ad Odessa, in Ucraina.

«L’importante risultato - si legge in una nota a firma del procuratore Federico Cafiero De Raho - conferma la validità dei percorsi di analisi operativa che, attraverso una serie di incroci documentali ed ulteriori riscontri, consentono l’individuazione di container sospetti successivamente sottoposti a controllo anche a mezzo di sofisticate apparecchiature scanner in dotazione all’Agenzia delle Dogane ed unità cinofile della Guardia di Finanza. La cocaina sequestrata, suddivisa in 354 panetti, per un totale di 390 Kg. avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 80 milioni di euro. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle in sinergia con l’Agenzia delle Dogane, - conclude il procuratore - si inserisce nell’ambito della più generale intensificazione delle attività di controllo volte al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti nel porto di Gioia Tauro che ha portato, nel seppure breve periodo che va dall’inizio del 2017, al sequestro di quasi mezza tonnellata di cocaina purissima».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?