Salta al contenuto principale

Omicidio Lettieri, trovato un portachiavi sotto il corpo: sarebbe riconducibile al presunto assassino 

VIDEO: LE RICERCHE DEI CARABINIERI

Calabria
Chiudi
Apri
Chiudi

Il corridoio della casa dove è stata uccisa Antonella Lettieri

Apri
Didascalia Foto: 
La casa della vittima messa a soqquadro
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

CROTONE - Ulteriori dettagli emergono sul caso dell'assassinio di Antonella Lettieri (LEGGI LA NOTIZIA DELL'OMICIDIO) uccisa l'8 marzo a Cirò Marina. Dopo che negli scorsi giorni i carabinieri hanno proceduto al fermo di un vicino di casa, Salvatore Fuscaldo, (LEGGI LA NOTIZIA DEL FERMO DI FUSCALDO) è emerso che un portachiavi con il simbolo di un’associazione di caccia è stato trovato dai carabinieri sotto il corpo di Antonella Lettieri.

LEGGI IL DOSSIER DINAMICO
CON TUTTI GLI ARTICOLI E LE NOTIZIE
SULL'OMICIDIO DI ANTONELLA LETTIERI

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti al portachiavi è attaccata un’unica chiave, che apre il portone principale dell’abitazione di Antonella. Secondo gli inquirenti il portachiavi, che non è stato riconosciuto dai parenti e dagli amici della vittima, apparterrebbe a Salvatore Fuscaldo che, sul parabrezza della propria Alfa 156, ha un adesivo con la stessa effige.

Il fermo di Fuscaldo, che durante l'interrogatorio di garanzia ha negato di avere avuto una relazione con la vittima (LEGGI LA NOTIZIA) è stato convalidato dal giudice per le indagini preliminari.

I carabinieri, intanto, stanno effettuando ricerche anche nelle campagne di Cirò Marina (GUARDA IL VIDEO) dove sarebbe stata ritrovata una coperta insanguinata e che non si esclude possa essere collegata all'omicidio della Lettieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?