Salta al contenuto principale

Cosenza, l'avvocato passa da difensore a vittima

Perde una causa e il cliente gli estorce del denaro

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il tribunale di Cosenza
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

COSENZA - Una sconfitta in tribunale che non è andata giù al cliente e allora la reazione diventa un'estorsione. Il clinete, infatti,  a titolo di risarcimento, ha tentato di estordere del denaro al proprio legale.

Protagonista della vicenda un egiziano di 32 anni, Abdelaziz Abdalla Dawa Reda, che è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri con l’accusa di estorsione continuata e atti persecutori.

Lo scorso mese di ottobre l’egiziano, dopo aver perso una causa civile, si è recato nello studio del penalista cosentino pretendendo il pagamento di 25 mila euro come risarcimento.

L'avvocato, nei mesi successivi, per timore di ritorsioni e temendo anche per i propri familiari è stato costretto a consegnare all’egiziano in più tranche 2.650 euro. Secondo quanto ricostruito nelle indagini dai militari, coordinate dalla Procura di Cosenza e scaturite da una denuncia della vittima presentata lo scorso gennaio, il trentaduenne avrebbe minacciato più volte il professionista nel suo studio, dinanzi il Palazzo di Giustizia o anche quando l’uomo andava a prendere i propri figli a scuola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?