Salta al contenuto principale

Sassi contro i treni, ci risiamo: nuovo episodio a Lamezia Terme, ferita una donna

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
La stazione ferroviaria di Lamezia Terme
Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

LAMEZIA TERME – Ennesimo lancio di sassi contro un treno che ha causato un ferito. Una donna, infatti, ha riportato una ferita da taglio sull'orecchio. Ma poteva andare peggio se a bordo del convoglio c'erano pendolari ma, essendo domenica, sul treno c'erano pochi passeggeri. Nel momento in cui la littorina transitava lungo la tratta ferroviaria Nicastro – Sambiase di Lamezia Terme, nei pressi dell'accampamento rom di località Scordovillo, il treno regionale proveniente dalla stazione di Catanzaro Lido e diretto a Lamezia Terme, veniva fatto oggetto di un lancio di sassi causando il ferimento della donna per la frantumazione di un finestrino della carrozza viaggiatori.

Subito dopo l'episodo, giungeva sul posto il 118 per fornire le prime cure alla malcapitata una volta che il treno giungeva alla stazione. Dopo aver visitato il ferito, alla donna veniva riscontrata una ferita da taglio sull'orecchio.

Sull'accaduto indaga la Polizia ferroviaria di Lamezia Terme intervenuta sul posto. Trenitalia e Rete ferroviaria italiana hanno sporto denuncia, l'ennesima visto che non è la prima volta che si verifica un episodio del genere quasi sempre nel momento in cui i treni attraversano il campo rom di Scordovillo i cui binari sono a ridosso. Ormai da tempo i treni vengono presi a sassate e solo in qualche caso non si sono registrati feriti o danni ai convogli. Casi che non si registrano solo a Lamezia. Di recente si erano verificati due analoghi episodi nel giro di 24 ore sempre sullo stesso tratto ferroviario di Lamezia quando prima furono lanciate pietre e il giorno successivo una bottiglia di vetro ma per fortuna non si registratono senza feriti.

Quando fu lanciata una bottiglia di vetro dall’accampamento rom di Scordovillo che scheggiò i vetri di una carrozza di un regionale partito da Catanzaro Lido e diretto alla stazione di Lamezia Terme centrale, non si registrarono feriti, al contrario di quello che era accaduto il giorno prima quando un lancio di sassi - sempre proveniente dal campo rom, per come accertato dalla Polfer - aveva colpito e frantumato un vetro di un carrozza di un altro treno regionale fra le stazioni di Nicastro e Sambiase e che, partio da Lamezia Terme centrale, era diretto a Catanzaro Lido, causando una leggera ferita a un viaggiatore. Ma ci sono stati casi in cui si è sfiorata la tragedia avendo i sassi colpito e ferito anche il conducente del treno. Dopo l'ennesimo episodio, dunque, la Polizia ferroviaria di Lamezia sta eseguendo alcuni servizi non solo per evitare il ripetersi del fenomeno ma anche e soprattutto per individuare i responsabili che probabilmente risiedono al campo rom.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?