Salta al contenuto principale

Carenza idrica a Cosenza, il sindaco diffida la Sorical e annuncia l'attivazione di nuovi serbatoi

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza
Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

COSENZA - Il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto ha reso noto di aver diffidato la Sorical affinché ripristini la fornitura di 311 l/s per la città di Cosenza, così come stabilito dall'Ordinanza sindacale convalidata dal Tribunale delle Acque Pubbliche.

La carenza idrica, infatti, continua a causare più di un problema e a questo proposito si è tenuta una riunione tra i tecnici della società che gestisce le risorse idriche della Calabria, i tecnici del Comune di Cosenza e l’assessore Francesco De Cicco proprio per prendere atto che le fonti natuali presentano una riduzione del quantitativo medio di acqua potabile di circa il 25%.

«Si è elaborato un piano di azione per la mitigazione della carenza idrica in città - scrive il sindaco di Cosenza in un post su Facebook - con interventi sperimentali. Nelle prossime ore verrà messo in funzione un ulteriore serbatoio di accumulo dell’acqua, in località Cozzo Muoio, che servirà il centro città, sperimentando il tentativo di aumentare il numero di ore giornaliere nelle quali si eroga l’acqua potabile alle utenze. Contestualmente si sta procedendo alla verifica preliminare della potabilità dell’acqua e dell’effettiva utilizzazione di due nuovi pozzi in località Colle Mussano. Se i risultati di queste due operazioni dovessero essere positivi, allora si avrà un generale miglioramento della situazione idrica in città, fermo restando che si ribadisce l’assoluta eccezionalità del periodo di siccità che sta colpendo l’intero territorio nazionale, che perdura l’assenza di precipitazioni piovose e che vi sono temperature dell’aria quasi estive, assolutamente fuori dalla normalità della stagione».

«L’Assessorato alla Manutenzione e il Settore Infrastrutture del Comune di Cosenza - conclude Occhiuto - sono poi impegnati quotidianamente nella ricerca e nella riparazione delle perdite idriche presenti nella rete comunale, al fine di efficientare al meglio l’intero sistema di distribuzione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?