Salta al contenuto principale

Aggrediscono operatori di una casa famiglia

Cinque minori extracomunitari arrestati nel Cosentino

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Pattuglie della polizia
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

ROSSANO (COSENZA) - Cinque minori extracomunitari sono stati arrestati dalla polizia di Stato a Rossano con l’accusa di tentata estorsione aggravata, danneggiamento e lesioni. Gli arresti sono scaturiti dalla telefonata fatta al 113 dalle due operatrici della casa famiglia in cui i cinque minori erano ospitati.

Il personale della struttura si era rivolto alla polizia per denunciare le minacce e le persecuzioni che erano state costrette a subire ad opera dei cinque extracomunitari. Dalle indagini é emerso che gli extracomunitari avevano anche tentato di estorcere denaro alle due operatrici della struttura per potere effettuare le ricariche dei loro cellulari.

Il culmine delle violenze si é avuto quando i cinque minori sono arrivati al punto di costringere le due operatrici ad uscire dalla casa famiglia, chiudendosi poi a chiave all’interno della struttura.

L’intervento dei poliziotti é servito ad indurre i cinque extracomunitari a riaprire la porta d’ingresso della casa famiglia, all’interno della quale i minori si sono anche abbandonati ad atti di vandalismo. Gli extracomunitari, dopo l'arresto, sono stati portati nel carcere minorile di Catanzaro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?