Salta al contenuto principale

Vibo Valentia, agguato contro il custode del cimitero

Ferito a colpi di pistola. Indagano i carabinieri

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal maggio 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

VIBO VALENTIA - Misterioso agguato questo pomeriggio al cimitero di Vibo sito nella parte alta del capoluogo di provincia. Il custode, Alessandro Sicari, 48 anni, residente nella frazione Longobardi, è stato infatti ferito agli arti da due colpi di pistola. Medicato, si trova adesso presso il pronto soccorso dell'ospedale cittadino. L'episodio si è verificato intorno alle 17,30 quando la vittima - in base a quanto ha riferito ai carabinieri che hanno avviato subito le indagini - era intenta a chiudere i cancello del luogo i preghiera. Ad un certo punto ha raccontato i aver udito due colpi d'arma a fuoco ed essersi subito ritrovata con gli arti sanguinanti, segni che i proiettili lo avevano attinto, nello specifico ad un braccio e ad una gamba. Prontamente soccorso, è stato trasportato all’ospedale "Jazzolino" per le cure del caso accompagnato direttamente dalla polizia municipale. I sanitari, coordinati dal dirigente Vincenzo Natale, hanno medicato le ferite sciogliendo la prognosi in una decina di giorni salvo complicazioni. Al momento dell’agguato, nella zona cimiteriale, oltre al buio, era calata una fitta nebbia e non sono presenti telecamere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?