Salta al contenuto principale

Doppia intimidazione ad Acquaro nel Vibonese

Colpiti una pasticceria e un commercialista

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Uno dei luoghi delle intimidazioni
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

VIBO VALENTIA - Due atti intimidatori sono stati perpetrati la scorsa notte ai danni di due attività commerciali del piccolo centro del Vibonese.

Una bottiglia con liquido infiammabile e un accendino sono stati ritrovati dal titolare di una rinomata pasticceria di Acquaro che già in passato negli anni '80 ha subito un altro atto intimidatorio.

Infatti all'epoca furono esplosi alcuni colpi d'arma da fuoco contro le saracinesche dell'attività commerciale situata nella centralissima piazza.

L'altro messaggio intimidatorio è stato lasciato davanti all'uscio di uno studio di un commercialista.

I malviventi oltre alla bottiglia incendiaria hanno lasciato anche due cartucce di fucile. Sul posto sono giunte subito i Carabinieri della Stazione di Arena guidati dal maresciallo Valerio Oriti e una pattuglia della Compagnia di Serra San Bruno coordinati dal capitano Marco Di Caprio che stanno effettuando tutti i rilievi e visualizzando i filmati delle varie telecamere installate in paese.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?