Salta al contenuto principale

Tragedia a Pizzo, lo storico Messo comunale si toglie la vita

Prima dell'insano gesto ha telefonato ai familiari

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il comune di Pizzo
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

GIANLUCA PRESTIA

Send mail

Giornalista Pubblicista dal 2000 e Professionista dal 2008, collabora col Quotidiano dal maggio 2002 diventando poi redattore di Cronaca nera e giudiziaria ma spaziando anche in altri settori. 

PIZZO - Si è allontanato da casa e quando è arrivato nei pressi del Lago Angitola, ha telefonati ai familiari manifestando l'intenzione di farla finita. I carabinieri lo hanno trovato impiccato alcuni minuti dopo nel corso delle ricerche. Lui era lo storico Messo municipale di Pizzo, C.V.E.M., 68 anni, zio dell'attuale assessore comunale, Pasquale Marino, andato in pensione nel dicembre dello scorso anno. L'uomo, come detto, questa mattina aveva lasciato la propria abitazione a bordo della sua auto senza dire nulla ai congiunti. Arrivato in zona Angitola, pochi metri dopo lo svincolo autostradale, ha parcheggiato il mezzo e chiamato i parenti dicendo di volersi togliere la vita gettandosi nel lago artificiale. Poi più nulla. I familiari hanno dato subito l'allarme chiamando i carabinieri che si sono messi alla ricerca del pensionato, coadiuvati dai vigili del fuoco di Vibo Marina. Sono state anche visionate le telecamere site nella zona del bacino, e alle 10 il macabro ritrovamento. L'uomo si era impiccato ad un albero con un cordino. Per lui non c'era più nulla da fare. Indagini in corso sulle cause del gesto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?