Salta al contenuto principale

Lupara bianca, sedici anni di carcere per la scomparsa di Michele Penna

Calabria

Sedici anni per Andrea Foti, ritenuto responsabile unitamente ad Emilio Bartolotta, della scomparsa per «lupara bianca» del trentenne Michele Penna

Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Il giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro Antonio Rizzuti, ha inflitto la pena a sedici anni di carcere nei confronti di Andrea Foti, 30 anni, ritenuto responsabile unitamente ad Emilio Bartolotta, 32 anni (che sarà giudicato con rito ordinario) della scomparsa per «lupara bianca» di Michele Penna, 30 anni, assicuratore e segretario dell’Udc di Stefanaconi, un comune alle porte di Vibo Valentia.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI
NEL FASCICOLO AD AGGIORNAMENTO DINAMICO
SULL'OMICIDIO DI MICHELE PENNA

Antonio Bartolotta, sarà giudicato oggi dalla Corte d’assise di Catanzaro. Un altro indagato, Salvatore Foti, è scomparso da alcuni mesi e gli investigatori non escludono che possa essere rimasto a sua volta vittima della «lupara bianca».

Il pm Marisa Manzini aveva chiesto una condanna a 30 anni; secondo l’accusa Foti e Bartolotta, giorno 19 ottobre 2007, avrebbero ucciso Michele Penna dopo averlo attirato in un lavaggio e dopo averlo trasportato su un’autovettura, hanno fatto scomparire il cadavere che ancora non è stato trovato dalle forze dell’ordine.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?