Salta al contenuto principale

'Ndrangheta, inchiesta "Crimine"

le condanne richieste dall'accusa

Calabria
Tempo di lettura: 
4 minuti 59 secondi

Sono centodiciotto le condanne e due assoluzioni richieste dal procuratore aggiunto della Dda di Reggio Calabria Nicola Gratteri a conclusione della requisitoria nel processo «Crimine».

LEGGI I DETTAGLI DELL'OPERAZIONE CRIMINE
E DEI SUCCESSIVI PROCESSI NEL FASCICOLO
AD AGGIORNAMENTO DINAMICO

LE RICHIESTE DELL'ACCUSA

Giovanni Agnelli, di 48 anni, di Reggio Calabria, condanna a 10 di reclusione; Mario Gaetano Agostino (67), di Carpanzano (Cosenza), condanna a 20 anni; Giovanni Alampi (65), di Reggio Calabria, condanna a 16 anni; Giuseppe Albanese (62), di Siderno condanna a 16 anni; Antonio Altamura (65), di Gerocarne (Vibo Valentia) condanna a 12 anni; Emilio Andrianò (59), di Grotteria, condanna a 18 anni; Domenico Aquino (56), di Marina di Gioiosa Jonica, condanna a 6 anni; Gianfranco Aquino (44), di Marina di Gioiosa Ionica, condanna a 5 anni; Giuseppe Aquino (49), di Marina di Gioiosa Jonica, condanna a 16 anni; Nicola Rocco Aquino (62), di Marina di Gioiosa Ionica, condanna a 14 anni; Rocco Aquino (51), di Marina di Gioiosa Jonica, condanna a 20 anni; Michele Archinà (34), di Siderno, assoluzione per non avere commesso il fatto; Vincenzo Archinà (35), di Siderno (RC), assoluzione per non avere commesso il fatto; Domenico Belcastro (49), di Siderno, condanna a 18 anni; Giuseppe Belcastro (50), di Grotteria, condanna a 12 anni; Domenico Bellocco (24), di Gioia Tauro, condanna a 14 anni; Saverio Boschetto (49), di Motta San Giovanni, condanna a 14 anni; Carlo Bruzzese (27), di Locri, condanna a 12 anni; Isidoro Cosimo Callà (53), di Mammola, condanna a 20 anni; Domenico Chilà (70), condanna a 14 anni; Stefano Chilà (33), di Reggio Calabria, condanna a 10 anni; Francesco Commisso (28), di Locri, condanna a 14 anni; Giuseppe Commisso (64), condanna a 20 anni; Michele Correale (52), di Siderno, condanna a 18 anni; Carmelo Costa (41), di Melicucco, condanna a 16 anni; Domenico D’Agostino (53), di Siderno, condanna a 18 anni; Raffaele D’Agostino (56), di Canolo, condanna a 16 anni; Filippo Dattola (44), di Reggio Calabria, condanna a 12 anni; Cosimo De Leo (49), di Siderno, condanna a 16 anni; Giorgio Demasi (59), di Marina di Gioiosa Jonica, condanna a 18 anni; Massimo Fida (38), di Baveno, condanna a 12 anni; Giuseppe Figliomeni (52), di Siderno, condanna a 14 anni; Rosario Filippone (54), di Canolo, condanna a 14 anni; Domenico Focà (76), di Locri, condanna a 18 anni; Salvatore Fragomeni (42), di Siderno, condanna a 16 anni; Domenico Frascà (51), di Roccella Jonica, condanna a 5 anni; Giuseppe Gagliuso (55), di Grotteria, condanna a 4 anni; Salvatore Giuseppe Galati (47), di Vibo Valentia, condanna a 14 anni; Antonio Galea (57), di Siderno, condanna a 16 anni; Antonio Galea (49), di Siderno, condanna a 16 anni; Antonio Gattellari (63), di Oppido Mamertina, condanna a 16 anni; Andrea Gattuso (74), di Reggio Calabria, condanna a 14 anni; Antonino Gattuso (49), di Reggio Calabria, condanna a 14 anni; Carmelo Gattuso (44), di Reggio Calabria, condanna a 12 anni; Domenico Gattuso (50), di Reggio Calabria, condanna a 14 anni e 8 mesi; Nicola Gattuso (46), di Reggio Calabria, condanna a 20 anni; Vincenzo Gattuso (44), di Reggio Calabria, condanna a 18 anni; Osvaldo Gioberti (50), di Siderno, condanna a 14 anni; Bruno Gioffrè (50), di San Luca, condanna a 20 anni; Remingo Iamonte (53), di Melito Porto Salvo, condanna a 20 anni; Giuseppe Iannone (50), di Catanzaro, condanna a 4 anni; Giuseppe Romeo Iaria (31), di Melito Porto Salvo, condanna a 8 anni; Domenico Iaropoli (53), di Rizziconi, condanna a 12 anni; Francesco Ietto (48), di Natile di Careri, condanna a 14 anni; Rocco Lamari (46), di Laureana di Borrello, condanna a 20 anni; Sotirio Santo Larizza (31), di Reggio Calabria, condanna a 14 anni; Cosimo Giuseppe Leuzzi (57), di Stignano, condanna a 20 anni; Vincenzo Longo (48), di Polistena, condanna a 20 anni; Antonino Macheda (35), di Reggio Calabria, condanna a 10 anni; Salvatore Macrì (54), di Mammola, condanna a 16 anni; Antonio Maesano (71), di Roghudi, condanna a 12 anni; Giovanni Maesano (62), di Roghudi, condanna a 12 anni; Claudio Umberto Maisano (40), di Melito Porto Salvo, condanna a 14 anni; Filiberto Maisano (79), di Palizzi, condanna a 20 anni; Francesco Maisano (46), di Palizzi, condanna a 12 anni; Saverio Manglaviti (50), di Motta San Giovanni; condanna a 14 anni; Michele Marasco (54), di Rosarno, condanna a 18 anni; Rocco Marasco (23), di Polistena, condanna a 10 anni; Giuseppe Martello (49), di Reggio Calabria, condannato a 12 anni; Giuseppe Marvelli (58), di Careri, condanna a 20 anni; Francesco Marzano (48), di Siderno, condanna a 16 anni; Rocco Mazzaferro (71), di Marina di Gioiosa Ionica, condanna a 10 anni; Paolo Meduri (80), di Reggio Calabria, condannato a 20 anni; Francesco Meleca (48), di Locri, condanna a 10 anni; Demetrio Meniti (51), di Motta San Giovanni, condanna a 16 anni; Giovanni Minniti (34), di Reggio Calabria, condanna a 10 anni; Leone Modaffari (66), di Roghudi, condanna a 12 anni; Saverio Mollica (53), di Africo, condanna a 16 anni; Carmelo Muià (39), di Siderno, condanna a 16 anni; Domenico Antonio Napoli (46), di Melicucco, condanna a 14 anni; Pasquale Napoli (52), di Melicucco, condanna a 8 anni; Salvatore Napoli (75), di Melicucco, condanna a 14 anni; Bruno Nesci (60), di San Pietro di Caridà, condanna a 20 anni; Domenico Oppedisano (81), di Rosarno, condanna a 20 anni; Michele Oppedisano (41), di Rosarno, condanna a 16 anni; Pasquale Opedisano (39), di Rosarno, condanna a 14 anni; Pietro Oppedisano (40), di Rosarno, condanna a 14 anni; Raffaele Oppedisano (44), di Rosarno, condanna a 12 anni; Luigi Palmanova (66), di Locri, condanna a 12 anni; Antonio Nicola Papaluca (47), di Melicucco, condanna a 14 anni; Bruno Paviglianiti (70), di Motta San Giovanni, condanna a 12 anni; Carmelo Paviglianiti (64), di Motta San Giovanni, condanna a 14 anni; Paolo Paviglianiti (37), di Reggio Calabria, condanna a 12 anni; Antonino Pesce (19), di Rosarno, condanna a 10 anni; Savino Pesce (22), di Cinquefrondi, condanna a 10 anni. Queste le altre richieste di Gratteri: Bruno Pisano (33), di Rosarno, condanna a 10 anni; Sebastiano Praticò (59), di Reggio Calabria, condanna a 18 anni; Giuseppe Prestopino (45), di Melito Porto Salvo, condanna a 14 anni; Domenico Prochilo (43), di Locri, condanna a 12 anni; Giovanni Pronestì (46), di Rosarno, condanna a 10 anni; Giuseppe Raso (70), di Cittanova, condanna a 18 anni; Salvatore Romeo (90), di Roghudi, condanna a 18 anni; Antonino Sapone (73), di Motta San Giovanni, condanna a 14 anni; Rodolfo Scali (46), di Mammola, condanna a 18 anni; Damiano Sgambelluri (62), di Siderno, condanna a 10 anni; Sebastiano Stelitano (83), di Roghudi, condanna a 18 anni; Luca Surace (35), di Chieri (Torino), condanna a 14 anni; Damiano Ilario Tassone (25), di Chiaravalle Centrale (Catanzaro), condanna a 12 anni; Vincenzo Tavernese (56), di Marina di Gioiosa Ionica, condanna a 15 anni; Biagio Tramonte (44), di Vibo Valentia, condanna a 12 anni; Giuseppe Trapani (60), di Roghudi, condanna a 20 anni; Giuseppe Trichilo (37), di Crotone, condanna a 6 anni; Giovanni Tripodi (61), di Roghudi, condanna a 16 anni; Giuseppe Vecchio (86), di Rosarno, condanna a 12 anni; Rocco Violi (32), di Sinopoli, condanna a 14 anni; Vincenzo Zappia (45), di Melicucco, condanna a 12 anni; Carlo Domenico Zavaglia (61), di Marina di Gioiosa Ionica, condanna a 4 anni; Annunziato Zavettieri (41), di Melito Porto Salvo, condanna a 14 anni; Rocco Zoccali (79), di Bagnara Calabra, condanna a 18 anni; Kewin Zurzolo (23), di Polistena, condanna a 8 anni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?