Salta al contenuto principale

Omicidio Mileto, perizia psichiatrica su imputato

La decisione del giudice per il delitto del quindicenne

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Francesco Prestia Lamberti
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

VIBO VALENTIA - Il gup del tribunale per i minorenni di Catanzaro ha disposto una perizia psichiatrica nei confronti del quindicenne Alex Pititto che il 21 maggio scorso a Mileto, nel Vibonese, ha ucciso con due colpi di pistola un coetaneo, Francesco Prestia Lamberti, abbandonandone poi il corpo senza vita nella zona di campagna in cui, con una scusa, aveva attirato la vittima.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SULL'OMICIDIO
DI FRANCESCO PRESTIA LAMBERTI

 

Scopo della perizia, disposta dal Gup col parere contrario del pubblico ministero, é di accertare la capacità di intendere e di volere del quindicenne omicida nel momento del fatto.

Il consulente d’ufficio nominato dal Gup avrà il compito, in particolare, di ricostruire la personalità dell’imputato spiegando come sia potuto arrivare al punto di uccidere a sangue freddo un coetaneo al quale, peraltro, lo legavano da anni rapporti di amicizia e frequentazione, tornandosene poi a casa. L’incarico al perito sarà formalmente conferito in occasione della prossima udienza del processo, fissata per il 20 dicembre prossimo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?