Salta al contenuto principale

Vibo, emergenza per le infiltrazioni criminali

Molti Comuni rischiano l'accesso antimafia

Calabria
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

VIBO VALENTIA – Il prefetto di Vibo Valentia, Michele Di Bari, ha convocato per mercoledì 27 marzo in prefettura il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per esaminare la situazione di alcune amministrazioni comunali del vibonese. Molti Comuni, anche di grandi dimensioni in tutta la provincia, potrebbero subire la visita della commissione d'accesso, alla luce dei recenti sviluppi investigativi.

SCOPRI TUTTI I CONTENUTI
NEL FASCICOLO IN AGGIORNAMENTO DINAMICO
SULL'OPERAZIONE BLACK MONEY

La riunione si è resa necessaria dopo l’inchiesta della Dda di Catanzaro, denominata «Black money», che nei giorni scorsi ha portato a numerosi fermi fra le fila del clan Mancuso di Limbadi, poi convalidati dal gip, ipotizzando anche condizionamenti nel voto ed ingerenze della criminalità in diversi enti comunali. 

All’attenzione della prefettura, ci sono almeno cinque amministrazioni comunali, tre richiamate negli atti dell’operazione «Black money», vale a dire Limbadi, Ricadi e Joppolo, due nell’inchiesta denominata «Peter Pan», cioè i centri di Parghelia e Tropea. L’elenco dei Comuni del Vibonese «attenzionati» dalla locale prefettura comprenderebbe però anche altre amministrazioni comunali e novità importanti in tal senso potrebbero arrivare già la prossima settimana. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?