Salta al contenuto principale

Operazione Zona Franca, ulteriori 3 arresti della Dda

Tornato in carcere per violazione delle prescrizioni

Calabria
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

LAMEZIA TERME - Nell’ambito delle indagini culminate poi nell'operazione "Zona Franca" (SCOPRI I CONTENUTI SULL'OPERAZIONE ZONA FRANCA) i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Lamezia Terme e della Stazione di Pianopoli hanno proceduto all'arresto di 3 persone: Aurelio Scalise, nato a Pianopoli il 16.06.1969; Antonio Salatino, nato a Nicastro il 23.01.1966; Pasquale Salatino, nato a Lamezia Terme Il 18.08.1988, in esecuzione dell’ ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Catanzaro su richiesta della Direzione distretturale antimafia della Procura della Repubblica di Catanzaro.


 

I tre soggetti erano sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari poiché coinvolti all’operazione Dioniso (SCOPRI I CONTENUTI SULL'OPERAZIONE DIONISO) che, a gennaio del 2017, aveva portato all’arresto di 48 soggetti ritenuti facenti parte di un’organizzazione criminale dedita al narcotraffico.

Il ripristino della custodia cautelare in carcere scaturisce dalle reiterate violazioni delle prescrizioni della misura degli arrestati domiciliari, prevalentemente connesse alla frequentazione con altri soggetti pregiudicati, commesse dai tre arrestati ed accertate dal Nucleo Investigativo del Gruppo attraverso complesse indagini tecniche e numerosi servizi di osservazione e pedinamento, nell’ambito delle indagini dell’operazione Zona Franca. I tre arrestati sono stati trasferiti presso la casa circondariale di Catanzaro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?