Salta al contenuto principale

Operazione Ares, si costituisce uno dei ricercati

Cristian Pagano si presenta ai carabinieri

Calabria
Chiudi
Apri
Nella foto: 
Il comando carabinieri di Gioia Tauro
Tempo di lettura: 
0 minuti 33 secondi

REGGIO CALABRIA - I Carabinieri di Gioia Tauro e Rosarno hanno eseguito il provvedimento di fermo, emesso nell’ambito dell’operazione Ares dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, a carico di Cristian Pagano, 38enne di Rosarno. L'uomo si è presentato presso il comando Gruppo dei Carabinieri di Gioia Tauro accompagnato dal proprio legale.

 

LEGGI TUTTI I DETTAGLI SULL'OPERAZIONE ARES
CONTRO IL CLAN CACCIOLA E GRASSO

Pagano è accusato di aver fatto parte dell’associazione, promossa, diretta, organizzata e finanziata da Giovanni Battista Cacciola e da Rosario Grasso, il cui fine era quello di importare nel territorio nazionale dal Sud America ingenti quantitativi di Cocaina e dalla Spagna notevoli quantitativi di hashish.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?