Salta al contenuto principale

A3, lavori nel Cosentino
Investimento di 600 milioni

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 3 secondi

COSENZA - L’Anas ha avviato oggi i lavori di ammodernamento e adeguamento del tratto dell’autostrada Salerno Reggio Calabria (Macrolotto 3° parte II), compreso tra gli svincoli di Laino Borgo e Campotenese, dal km 153,400 al km 173,900, in provincia di Cosenza, per un importo complessivo dell’investimento di circa 600 milioni di euro.  

«La nuova A3 sarà realizzata anche nel tratto iniziale dell’alto cosentino - ha dichiarato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci - si tratta di un percorso di 20,5 km, in uno dei punti più alti dell’autostrada A3, che si unirà al tratto già ammodernato tra Campotenese e Morano, completando in questo modo la nuova infrastruttura autostradale in tutta l’area del Pollino e migliorando i collegamenti ai confini tra la Basilicata e la Calabria. La scelta progettuale e il programma dei lavori - ha assicurato Pietro Ciucci - sono stati definiti con l’obiettivo di evitare eventuali limitazioni al traffico, in particolare nel periodo dell’esodo estivo». Il nuovo tratto autostradale sarà realizzato per circa il 60% in variante e sarà costituito da 6 gallerie e 11 viadotti. Le opere di maggiore rilevanza sono i viadotti “Jannello” (circa 600 metri) e ''Italia” (oltre 1120 metri) e le gallerie “Mormanno” e ''Jannello”, ciascuna per una lunghezza complessiva di circa 2,3 km. Le opere ricadono, in particolare, nei comuni di Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno e Morano Calabro. 
«Anche l’avvio di questi nuovi cantieri conferma che la Salerno-Reggio Calabria è una autostrada realizzata ex novo - ha proseguito il presidente dell’Anas - con un tracciato prevalentemente di montagna, che prevede sull'intero tracciato ben 200 gallerie e 500 tra ponti e viadotti. Fino ad oggi sono stati ultimati e aperti al traffico 330 km. Ne restano altri 25 che saranno completati tra l’inizio dell’estate e la fine dell’anno in corso. I risultati conseguiti, con 250 km di nuova autostrada realizzati dal 2006, di cui 110 km tra il 2012 e il 2014, sono straordinari, considerata l’imponenza dei cantieri, la difficoltà tecnico-ingegneristica dei lavori e l’aggravarsi della situazione economica delle imprese coinvolte. Peraltro si evidenzia che il costo per chilometro, che si aggira attorno ai 20 milioni di euro, è tra i più bassi in assoluto in Europa su tratti autostradali comparabili».  
«L'Anas dedica alla regione Calabria un grandissimo impegno, - ha concluso Pietro Ciucci - che non riguarda soltanto l’autostrada A3. L'Anas nella regione gestisce una rete stradale e autostradale di quasi 1.700 km e dal 2006 la Calabria è la principale Regione in cui la Società ha investito. Tra i principali lavori realizzati, i 2 megalotti della statale 106 Jonica (megalotto 1 Locri-Marina di Gioiosa Jonica e megalotto 2 Squillace-Simeri Crichi), aperti al traffico nel biennio 2012/2013. Ad essi si aggiungono i lavori in corso del tratto Firmo-Sibari e di completamento della statale 280 dei Due Mari, che da Catanzaro giunge a Lamezia Terme, oltre al terzo macrolotto sulla statale 106 Jonica (Sibari-Roseto Capo Spulico), da avviare. Sull'autostrada A3, oltre ai lavori dell’importante macrolotto 3 parte II che vengono oggi avviati, saranno presto attivati i cantieri del macrolotto 4 parte II, stralcio 2 tra viadotto Stupino e Altilia, sempre in provincia di Cosenza, attualmente in fase di gara. I lavori del Macrolotto 3° parte 2° sono stati affidati al Contraente generale Italsarc S.c.p.A. La nuova opera è parte integrante del più vasto intervento relativo ai lavori di ammodernamento dell’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, inserito nel 1° programma delle infrastrutture strategiche (Delibera Cipe n. 121/2001) nell’ambito dell’applicazione della Legge n. 443/2001».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?