Salta al contenuto principale

Trasporti, Regione trova 30 milioni nel bilancio
«Scongiurato il taglio dei treni in Calabria»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 39 secondi

 

LA Regione Calabria scova 30 milioni dall'assestamento di bilancio e annuncia che potrebbe così essere scongiurato il taglio dei treni regionali paventato nei giorni scorsi. L'annuncio è stato dato stamani, a Catanzaro, dalla presidente facente funzioni della Regione, Antonella Stasi e dall’assessore regionale ai Trasporti Luigi Fedele.

A rischio erano soprattutto i collegamenti sulle direttrici jonica tirrenica, per come era stato previsto da una delibera di giunta regionale dell’aprile scorso. «Stamattina abbiamo incontrato i vertici regionali di Trenitalia - ha sostenuto la presidente facente funzioni - e siamo riusciti a trovare un punto di mediazione. Sono stati reintegrati i servizi che erano stati tagliati sulla fascia jonica e anche sul catanzarese. Abbiamo chiesto a Trenitalia, che incontreremo mercoledì prossimo, interventi sui treni a lunga percorrenza. E' stato anche chiesto un incontro anche con Rfi per discutere dei tagli infrastrutturali che la società sta facendo in Calabria. Tagli che non sono ritenuti assolutamente congrui dalla Regione e, soprattutto, non sono compatibili con quello che è il programma di investimenti che stiamo facendo su impulso del presidente Scopelliti che ha previsto 80 milioni per l'elettrificazione della jonica mentre Rfi taglia e impoverisce le stazioni. C'è da dire che, molto probabilmente, qualche stazione chiusa recentemente, e mi riferisco a quella di Crotone, sarà riaperta entro il prossimo agosto».

Stasi ha precisato che la Regione è in difetto con Trenitalia per i debiti pregressi che provengono dal passato e per i quali, comunque, «sono stati pianificati i pagamenti. Anche per questo - ha detto - chiediamo migliori servizi sui treni e, magari, la sostituzione di alcune vetture».

I tagli delle corse dei treni erano stati previstiquando ad aprile era stata fatta una delibera che teneva conto della mancanza, in quel momento storico, di fondi necessari a garantire il mantenimento dei servizi fino a fine anno. Con l’assestamento di bilancio, però, la Regione ha individuato una somma notevole rispetto alla quale ha  ottenuto l’ok della giunta in vista del via libera nella riunione del Consiglio regionale in programma per il 25 giugno (LEGGI). Avendo reperito questi fondi rimarranno tali e quali le corse Sibari-Metaponto, Reggio-Roccella-Catanzaro Lido. Il collegamento tra Lamezia e Catanzaro verrà garantito da quattro corse su ferro e due su gomma, con nessun disagio per l’utenza.

Nella tratta Rosarno-Tropea-Lamezia sarà ridimensionato il taglio che riguarderà solo due corse con la novità per la stagione estiva, attuata insieme all’assessorato al turismo, di un collegamento extra con tutti gli aeroporti calabresi dalle varie località turistiche.

«Al di là delle polemiche - ha detto Fedele - che molti alimentano senza rendersene conto possiamo dire di avere evitato un disagio forte ai cittadini e ai lavoratori. E comunque i piccoli tagli attuati saranno, comunque, provvisori perché da gennaio si tornerà alla normalità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?