Salta al contenuto principale

La Camera di commercio di Cosenza resta autonoma
Un emendamento alla Camera evita l'accorpamento

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

COSENZA - E' stato approvato in commissione Affari Istituzionali alla Camera un emendamento che mantiene l'autonomia della Camera di Commercio di Cosenza. L'emendamento è stato presentato alla legge di riforma del governo in discussione alla Camera e porta la firma del deputato calabrese Ernesto Carbone. In particolare, il provvedimento abbassa da 80 a 75 mila il numero delle aziende iscritte per evitare l'accorpamento.

Nei giorni scorsi il consiglio della Camera di Commercio della provincia di Cosenza aveva votato quasi all’unanimità la proposta di modifica del disegno di legge, unica associazione assente la Confartigianato che di conseguenza non si è espressa.

L'APPELLO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA

Il presidente Klaus Algieri nei mesi scorsi aveva mobilitato con diverse iniziative tutta la deputazione calabrese per evitare che la Camera cosentina potesse perdere l'autonomia. In provincia di Cosenza attualmente risultano iscritte poco più di 76mila aziende e con questi numeri la Camera rientra nei nuovi parametri, mentre gli enti di Crotone, Catanzaro e Vibo vanno accorpati e Reggio Calabria, in quanto città Metropolitana, mantiene l'autonomia.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?