Salta al contenuto principale

A rischio i fondi europei destinati alla Calabria
Da Bruxelles l'allarme: fermi al 70 per cento

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

CATANZARO - Il Programma operativo nazionale Reti e mobilità ed i Programmi regionali di Sicilia, Campania e Calabria 2007-2013 continuano ad arrancare nell’assorbimento dei fondi Ue. 

In questo contesto la Calabria rischia di perdere diversi fondi europei che saranno disimpegnati se non spesi secondo le procedure previste.

In particolare, è stato evidenziato da Bruxelles, fronte di regioni come Val d’Aosta o Liguria, al 98% e al 95% dell’assorbimento del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr; dati della Commissione Ue) per il periodo 2007-2013, il Pon Reti e mobilità col 57% ed i Programmi regionali di Sicilia (66%), Campania (68%) e Calabria (70%) restano in difficoltà e rischiano il disimpegno dei fondi.

Un ritardo che, giorno per giorno, rischia di essere incolmabile e che, in un periodo di forte di crisi, rappresenterebbe l'ennesima beffa per la nostra regione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?