Salta al contenuto principale

Partiti i saldi: negozi calabresi presi d'assalto
Fiducia sia da Confesercenti che Codacons

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

CATANZARO - Anche in Calabria, come nel resto d'Italia, è iniziata la stagione dei saldi. Un momento sempre molto atteso tanto dai commercianti, che in tal modo sperano di vendere la merce ancora in magazzino, quanto dai consumatori, che sperano di cogliere l'occasione per fare qualche affare.

LEGGI I DIECI CONSIGLI PER EVITARE UNA FREGATURA

E il primo giorno ha fatto registrare, almeno secondo quanto dichiarato all'Agi dal direttore della Confesercenti, Pasquale Capellupo, una sorta di assalto soprattutto nei centri commerciali, dove si registra un buon numero di presenze.

Si tratta di «una boccata d'ossigeno per i negozianti ma anche un'occasione per tante famiglie che hanno atteso questo periodo di offerte per acquisti più convenienti». Per Capellupo «le condizioni pare che ci siano tutte anche se non avverrà qualcosa che rivoluzionerà i problemi di un comparto che soffre ancora la crisi».

LEGGI I DATI DEL PIL CALABRESE IN MIGLIORAMENTO

In particolare nel corso del 2015 «è proseguita la chiusura delle attività commerciali» facendo registrare «un dato negativo nazionale di meno 29.000 imprese nel confronto aperture-chiusure. A questo si aggiunge il dato Istat che ci indica una ulteriore apertura della forbice tra commercio al dettaglio e grande distribuzione, trend confermato anche con la ripresa».

Ma se c'è preoccupazione non vuol dire che non si intravedano segnali positivi «i dati in possesso dell'associazione di categoria - infatti - sono, comunque, positivi» in quanto «da una prima campionatura effettuata tra i nostri soci a Natale è emerso un consumo dei calabresi con segnali positivi. Nel settore della moda, che aveva subito i peggiori contraccolpi con la crisi, una fascia medio-alta di clienti ha già speso di più rispetto all'anno precedente, mentre la fascia medio-bassa si è fatta vedere nei negozi, ma ha rimandato gli acquisti proprio al periodo dei saldi, per questo - ha concluso Capellupo - ci attendiamo di confermare questo trend».

LEGGI L'ANALISI POSITIVA DELLA SITUAZIONE ECONOMICA CALABRESE DI CONFINDUSTRIA

Anche il Codacons Calabria, una tra le principali associazioni dei consumatori, sono positive. Il responsabile regionale, Francesco Di Lieto infatti ha affermato che «le sensazioni sono positive rispetto alle condizioni drammatiche del passato». Anche se per l'associazione dei consumatori è necessario «liberalizzare i saldi e questa materia deve essere modificata lasciando aperte le promozioni durante tutto l'anno. In questo modo avremmo benefici per i consumatori, ma anche per gli esercenti che potrebbero uscire dalla gabbia in cui si trovano».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?