Salta al contenuto principale

Aeroporto di Crotone, vertice a Roma per soluzione

Governo ammonisce i Comuni: «Estate è a rischio»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'aeroporto di Crotone
Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

CROTONE - Riunione oggi sull'aeroporto di Crotone al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti convocata dal vice ministro Riccardo Nencini con la partecipazione il sottosegretario al Turismo, Dorina Bianchi, i vertici di Enac, il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, il vice sindaco di Isola di Capo Rizzuto, Anselmo Rizzo, e il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio. Lo rende noto un comunicato del sottosegretario Bianchi, ad un anno dalla chiusura dello scalo (LEGGI).

LA MEDIAZIONE DELLA REGIONE PER APRIRE PRIMA DELL'ESTATE

«L'aeroporto di Crotone - hanno affermato Nencini e Bianchi - deve essere messo nelle condizioni di ripartire prima dell’estate per svolgere il proprio servizio ai cittadini e garantirne la fruibilità turistica. A seguito della sospensione della sentenza del Tar da parte del Consiglio di Stato, Enac ha avviato le procedure di gara per assegnare la gestione dello scalo di Crotone. Siamo preoccupati, però, per l’atteggiamento delle due amministrazioni comunali. Infatti alla nostra richiesta di ritirare il ricorso, la Regione Calabria si è resa subito disponibile a farlo mentre i Comuni di Crotone e di Isola di Capo Rizzuto si sono riservati di valutare. Questo potrebbe produrre un rischio per il futuro e far saltare la stagione estiva».

«I vettori, infatti - hanno sostenuto Nencini e Bianchi - hanno bisogno di tempo per poter programmare i voli sull'aeroporto, così come i tour operator hanno necessità di confermare quanto prima i posti letto alle strutture alberghiere. Invitiamo, pertanto, i sindaci a favorire una positiva soluzione ritirando il ricorso».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?