Salta al contenuto principale

Camera di commercio, si insedia Consiglio a Catanzaro

Oliverio frena: «Voto non regolare, evitare contenziosi»

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il neo presidente della Camera di commercio, Daniele Rossi
Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

CATANZARO – E' ormai scontro aperto tra il nuovo Consiglio della Camera di commercio di Catanzaro, eletto nei giorni scorsi con la presidenza affidata all'imprenditore Daniele Rossi (LEGGI), e la Regione Calabria.

Dopo il tentativo della Regione di bloccare l'avvio del manato e la replica secca dell'organismo eletto, è il presidente Mario Oliverio a prendere posizione evidenziando i motivi della presa di posizione da parte della Regione: “Non vedo perché si debbano accendere contenziosi, semmai - ha detto il governatore - bisogna che si dia vita all’organismo della nuova Camera di commercio che dovrà essere costituito entro quattro mesi dal 19 di settembre, quindi è una tempesta in un bicchiere d’acqua”.

Secondo Oliverio, che ha risposto ad una domanda dei giornalisti a margine di una conferenza stampa che si è svolta oggi, “commettono un errore ad insistere, noi abbiamo dato piena disponibilità all’ascolto delle sollecitazioni delle forze produttive, dando organi ordinari. Abbiamo dato pieno ascolto alle sollecitazioni delle forze produttive – ha aggiunto - tant’è che avevamo deciso di indire le elezioni degli organi, però c’è stata una circolare ministeriale che ha richiamato quello che è un vincolo: entro quattro mesi dal 19 settembre dovranno essere dati i nuovi organi alla nuova Camera di commercio, che comprende anche Crotone e Vibo Valentia”.

Il presidente Oliverio ha anche ribadito che “per sottolineare la nostra piena disponibilità alle forze produttive che sono rappresentate dalla Camera di commercio, avevamo indetto le elezioni prima del 19, ma questa circolare ministeriale ha chiarito che gli organi dovevano essere costituiti prima”.

Oliverio ha, infine, etichettato come “sceneggiatura politica” la convocazione del Consiglio comunale di Catanzaro che dovrebbe essere convocato proprio su questo tema, aggiungendo: “Non si va più al merito delle questioni. Rispetto il Consiglio comunale di Catanzaro, ma il dato è questo”. (sa.pu.)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?