Salta al contenuto principale

Riapre l'aeroporto Sant'Anna: atterrato il primo volo

Soddisfazione del sindaco di Crotone, Ugo Pugliese

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
L'aeroporto Sant'Anna di Crotone
Tempo di lettura: 
1 minuto 52 secondi

CROTONE - Dopo mesi di attesa, proteste, polemiche balzi in avanti e passi indietro, l'aeroporto di Crotone ha ufficialmente ripreso le sue attività. È infatti atterrato all’aeroporto Sant'Anna l’aereo Ryanair (LEGGI LA NOTIZIA DELL'ABBANDONO DELL'AEROPORTO DA PARTE DI RYANAIR NEL 2016) proveniente da Bergamo che di fatto riapre lo scalo al traffico dopo che i collegamenti erano stati interrotti il 31 ottobre del 2016 (LEGGI LA NOTIZIA) in seguito al fallimento della società di gestione (LEGGI L'ANNUNCIO DELLA CHIUSURA DA PARTE DEI CURATORI FALLIMENTARI DELLA SOCIETÀ SANT'ANNA).

Con la nuova gestione dello scalo affidata alla Sacal, a novembre dello scorso anno, l’aeroporto era stato ufficialmente riaperto, ma ci sono voluti altri mesi perché potesse essere riattivato (LEGGI LA NOTIZIA).

A partire da oggi saranno attivi collegamenti con voli di linea per Bergamo, non cadenza giornaliere, e per Pisa, con cadenza trisettimanale.

Tra i 189 passeggeri giunti a Crotone sul volo da Bergamo, che ha fatto registrare il tutto esaurito, ha viaggiato anche John Alborante, Sales & Marketing Manager Italia di Ryanair, che ha sottolineato la valenza del collegamenti aerei su Crotone tenuto conto delle tantissime prenotazioni giunte alla compagnia aerea. Presenti anche il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, e il consigliere regionale Flora Sculco.

Proprio il Sindaco di Crotone, Pugliese, ha rimarcato di aver voluto «personalmente dare il benvenuto agli ospiti del volo proveniente da Bergamo in occasione della riapertura dell’attività volativa sull'aeroporto S.Anna. Li ho accolti con il sorriso. Un sorriso che mi nasce dal cuore perché oggi è un giorno felice per la città e la sua provincia».

Il primo cittadino ha anche auspicato «loro di essere i primi di una lunga serie di visite sul nostro territorio che si apre nuovamente al paese ed esce dall’isolamento dovuto alla lunga chiusura dello scalo. Oggi è un giorno importante, un primo tassello di quel percorso per il quale abbiamo duramente lavorato, insieme al presidente della Regione, alla consigliera regionale Flora Sculco coinvolgendo tutte le realtà del territorio, i sindaci della provincia e anche della fascia ionica, le associazioni, i comitati cittadini. Non ci fermiamo ad oggi, andiamo avanti nell’interesse della comunità, per il diritto alla mobilità. Ma oggi è un giorno di festa e lo viviamo con il sorriso insieme alla nostra gente». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?