Salta al contenuto principale

Porti, siglato l'accordo tra le amministrazioni

Per gli scali calabresi in arrivo 74 milioni di euro

Calabria
Chiudi
Apri
Didascalia Foto: 
Il presidente della Regione, Mario Oliverio, e il provveditore per le opere pubbliche Sicilia-Calabria Donato Carlea
Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

CATANZARO - Una giornata importante per le infrastrutture portuali calabresi perché presso la Cittadella della Regione Calabria, è stato sottoscritto l’Accordo tra Amministrazioni per il sistema infrastrutture portuali di rilevanza economica nazionale e internazionale.

L’importo totale degli investimenti previsti ammonta a 74,9 milioni di euro, di cui 60 milioni sono destinate dalla Regione con fondi per lo sviluppo e la coesione e 14,9 da parte dell’Autorità portuale di Gioia Tauro.

L’accordo è stato sottoscritto, per la Regione dal presidente Mario Oliverio, per il ministero delle infrastrutture e dei trasporti dal provveditore per le opere pubbliche Sicilia-Calabria Donato Carlea, per l’autorità portuale di Gioia Tauro dal commissario straordinario contrammiraglio Andrea Agostinelli, per il Consorzio regionale per le attività produttive dal commissario straordinario Rosaria Guzzo.

«Si tratta - ha detto il governatore Oliverio - dell’atto conclusivo di un percorso di concertazione avviato con la delibera di Giunta regionale del 2016 con la quale la Regione ha deciso di destinare i fondi del Patto per lo sviluppo al porto di Gioia Tauro e a quelli nazionali. È fondamentale rispettare come il Vangelo il cronoprogramma degli interventi. Non possiamo permetterci di distogliere risorse. Gli atti che seguiranno la firma di questo Accordo sono quelli che ci consentiranno di attivare gli investimenti messi in campo. Serve l’impegno da parte di tutti per dare impulso al sistema portuale attraverso il recupero dei fondi ma soprattutto con programmi di qualità».

Il vicepresidente della Regione e assessore alla logistica e al sistema portuale Francesco Russo ha affermato dal canto suo che «nel programma sono convogliati tutti i porti della Calabria anche quello, atteso da anni, di Crotone, di Corigliano, che sarà collegato alla zona industriale di Schiavonea, di Vibo e Reggio Calabria. È previsto inoltre anche il potenziamento di quello di Palmi che andrà a rafforzare il porto di Gioia Tauro. Credo che una programmazione così completa non era mai stata realizzata per il sistema portuale calabrese. Ma l’Atto che sottoscriviamo oggi prevede impegni precisi, non solo di natura finanziaria, e un cronoprogramma, sia per la parte procedurale che per quella attuativa degli interventi, che va rispettato nei tempi altrimenti si rischia il rilascio dei fondi che saranno dirottate su altre opere per la Calabria».

Per quanto riguarda la tempistica, secondo il dirigente generale del dipartimento regionale Infrastrutture e lavori pubblici Luigi Zinno «già alla fine di questo mese si potrà andare alla firma delle convenzioni attuative».

Nello specifico gli interventi riguardano i porti di Gioia Tauro (16,5 milioni di euro), Reggio Calabria (6,5 milioni di euro), Vibo Valentia (18 milioni di euro),Taureana di Palmi (4,500 milioni di euro), Corigliano Calabro (12,900 milioni di euro), Crotone (9 milioni di euro), Villa San Giovanni (5 milioni di euro).

Inoltre, altri 2,5 milioni di euro sono previsti per il controllo telematico dello Stretto. All’iniziativa erano presenti anche il direttore marittimo della Calabria della Basilicata tirrenica contrammiraglio Giancarlo Russo, la dirigente del provveditorato per le opere marittime Calabria Francesca Vampo, il dirigente regionale del settore sistema della portualità Marco Meranti, il dirigente regionale della struttura di coordinamento della Programmazione nazionale Tommaso Calabrò. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?