Salta al contenuto principale

Boccata d'ossigeno, sbloccati fondi per 220 milioni e pronti altri 500

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 43 secondi

CATANZARO - Boccata d'ossigeno per la sanità, con il miglioramento dei conti della sanità calabrese per 53 milioni di euro rispetto al bilancio consuntivo del 2010. Un risultato certificato dall'ultima riunione del “Tavolo Massicci” che si è svolta mercoledì a Roma, consentendo alla Calabria di chiedere lo sblocco di 500 milioni di euro dei fondi Fas per coprire i debiti pregressi e ha ottenuto lo sblocco di altri fondi della premialità oltre il 220 milioni già sbloccati nei mesi scorsi.

Un risultato che ha permesso al presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti, di esprimere tutta la propria soddisfazione, per un lavoro avviato due anni fa: “Il tavolo Massicci ha decretato un altro successo per la Calabria - ha affermato il governatore - ha riconosciuto un miglioramento dei conti della sanità calabrese pari, in totale, a 53 milioni di euro rispetto al bilancio consuntivo del 2010. Si tratta del risultato di un intenso lavoro finalizzato a garantire direttive coerenti con il piano di rientro alle aziende il cui operato viene puntualmente verificato dalla Regione. Un altro risultato importante evidenziato è stato quello raggiunto nel settore della spesa farmaceutica, della spesa per acquisto di beni e servizi e nel contenimento della spesa sul personale che, nell'ambito del risparmio complessivo, incidono per 28 milioni di euro. Il tavolo Massicci - ha spiegato Scopelliti - ha espresso apprezzamento al gruppo di lavoro del settore piano di rientro della Regione Calabria in merito alla capacità, alla certezza dei numeri e alla puntualità a fornire risposte tempestive sui bilanci. Sono inoltre emerse anche delle criticità che la stessa Regione si è impegnata a colmare, tra queste la Fondazione Campanella e la necessità di proseguire nell'attuazione del decreto 18 nel rispetto delle scadenze previste in particolar modo sulla riconversione degli ospedali, obiettivo che la Regione sta perseguendo". 

Un apprezzamento ulteriore, prosegue la nota, è stato rivolto all'operato della struttura commissariale per la capacità di risposta alle sollecitazioni del tavolo. "In conclusione dei lavori - ha sottolineato Scopelliti - è emerso un dato altamente significativo che la Regione potrà, già dai prossimi giorni, fare richiesta scritta per l'accesso ai fondi Fas ed ottenere un ulteriore corposo finanziamento sulla premialità. Questo risultato certifica la bontà dell'azione e la capacità di risposta di una Regione complessa e difficile come la Calabria dove il gioco di squadra rappresenta un punto di forza e testimonia la credibilità che oggi su questo versante riesce ad avere la nostra terra. Questo sicuramente è stato il tavolo che più di ogni altro, sul piano dell'impegno, dell'operatività e del lavoro, ha fornito le maggiori soddisfazioni, frutto di quell'azione sinergica che a volte ci porta a scontri dialettici accesi ma con il riscontro di oggi rappresenta l'ennesima testimonianza che la Calabria può cambiare". "Da domani - ha concluso Scopelliti - dovremo soltanto dare un'ulteriore accelerazione al nostro agire perché più celere sarà l'azione che metteremo in campo più celere sarà la capacità di risposta in termini di buona sanità da realizzare nel tempo per i calabresi tant'é che in tempi molto brevi con i sub commissari D'Elia e Pezzi predisporremo una rimodulazione del programma degli interventi".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?