Salta al contenuto principale

Alfano a Reggio difende Scopelliti
«Sotto attacco come Formigoni»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

REGGIO CALABRIA - Per Angelino Alfano, Scopelliti, come Formigoni, è «sotto attacco, ma siamo pronti a difenderlo». Il segretario nazionale del Pdl è intervenuto a Reggio agli stati generali del partito in Calabria. E ha parlato della situazione del presidente della Regione, esposto a quella che Alfano ha definito «un'aggressione»: è una situazione, ha detto l'ex guardasigilli e leader del partito, che accomuna «i nostri due più importanti governatori del Nord e del Sud, Formigoni e, appunto, Scopelliti».

Alfano ha dichiarato comunque che il partito «difenderà Scopelliti, la sua persona e la sua esperienza di buon governo»: «Crediamo che il presidente della Regione Calabria - ha aggiunto - possa essere un riferimento per il presente e per il futuro non solo della Calabria ma anche per il popolo dei moderati di questa regione. Con il modello Reggio – ha proseguito Alfano – ha saputo offrire gioventù, energia e forza di governo ad un centrodestra calabrese che ha trovato in lui un riferimento importante».
Dal leader Pdl è poi arrivato un riferimento indiretto alle dichiarazioni del ministro Fornero che ieri, commentando la propria visita in Calabria, aveva detto di aver subito uno shock: «Anch'io - ha detto Alfano - sono sotto shock, ma per la fierezza di un popolo che va avanti di fronte alle difficolta, che fa cose belle lontano dall'attenzione dei media e che non si arrende nella lott alla criminalità». L'ex guardasigilli ha anche ricordato di aver proposto, da ministro, l'inserimento della parola 'ndrangheta nella legislazione nazionale. E sull'esperienza di governo, alla luce anche della richiesta presentata dai vertici del Pdl reggino in merito a 5 opere considerate prioritarie per la Calabria, Alfano ha aggiunto: «Abbiamo sempre manifestato attenzione per la Calabria ed abbiamo agito per dare una mano allo sviluppo delle opere pubbliche e delle infrastrutture in questa regione».
Il segretario Pdl ha poi citato De Andrè per contestare il centrosinistra: «Si sa che la gente dà buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio, dà buoni consigli non potendo più dare il cattivo esempio», ha detto sulla scia di "Bocca di rosa", aggiungendo poi all'Ansa: «Ho voluto riferirmi alla sinistra calabrese che attacca sempre il Governatore Scopelliti dimenticando di avere governato la Calabria».
(ha collaborato Walter Alberio)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?