Salta al contenuto principale

La virilità secondo Belcastro: «I gay stanno al nord»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

«IN Calabria i gay sono pochissimi, ce ne sono molti di meno rispetto al nord. L'omosessualità è molto più diffusa sopra il Po. L’uomo calabrese, e meridionale in genere, vuole farsi sentire essendo uomo nel vero senso della parola. È un vero maschio. Al nord purtroppo, hanno questo complesso che scaturisce dal fatto che i meridionali fanno il loro dovere, anche più di buona parte della Padania». Lo ha dichiarato il deputato di Noi Sud Elio Belcastro, intervenuto a KlausCondicio, la trasmissione tv di Klaus Davi in onda su YouTube. 

«Questa scarsezza di virilità dei settentrionali – continua – si vede anche dai dati. Se non ci fossero stati e non ci fossero i meridionali al nord, la differenza si vedrebbe anche dalla natalità. Sono stati i meridionali a tutelare le nascite e a supplire ad una certa pigrizia del maschio nordico». 

Nel corso della trasmissione, visibile al link http://www.youtube.com/user/klauscondicio, Belcastro ha aggiunto: «Anche nell’aspetto fisico non c'è dubbio che l’uomo del sud si presenta come più maschio. Parlo per me, ma parlo anche per tanti amici: noi parliamo poco ma facciamo i fatti. Non è un caso che per noi il nord ha sempre rappresentato una riserva di caccia importante».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?