Salta al contenuto principale

E' morta Graziella Riga, ex parlamentare e sindacalista. Storica esponente del Pci all'epoca di Pietro Ingrao

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi

LAMEZIA TERME - E' morta oggi, a 70 anni, Graziella Riga, deputata della VI e VII legislatura fino al 1979. Riga era stata inserita per la sua prima candidatura alla Camera, nel 1972, nella lista del Pci capeggiata da Pietro Ingrao, diventando una delle più giovani parlamentari dell’epoca. Insegnante molto nota in tutto il comprensorio di Lamezia Terme, era nata a Cortale, piccolo centro della provincia di Catanzaro, dove ha svolto anche diversi ruoli politico-amministrativi, tra i quali componente del Consiglio comunale di Lamezia Terme e del Consiglio provinciale di Catanzaro, impegnata nel gruppo di giovani cattolici legati al sacerdote don Saverio Gatti, mentre da deputata aveva fatto parte della Commissione agricoltura della Camera. Negli anni ha aderito, dopo il Pci, al Pds, Ds e, ultimamente, a Sinistra ecologia e libertà. Domani, dalle 8,30, sarà allestita la camera ardente nella sala consiliare del Comune di Lamezia, mentre alle 16 si terrà la cerimonia religiosa in Cattedrale.

«Con grande dolore e profonda commozione – scrive la Cgil in una Nota stampa – apprendiamo della morte di Graziella Riga figura storica della sinistra lametina e calabrese che fin dalla giovinezza si dedicò con grande passione e impegno alla vita politica e democratica della regione e del Paese. Militante del Pci fu eletta alla Camera dei deputati nel 1972 e nel 1976 ha poi seguito attivamente il percorso politico intrapreso dal Pci fino ad approdare a Sel. Ha svolto con dedizione e grande passione il suo ruolo di insegnante di latino e greco, amata e stimata dai suo alunni. Ha ricoperto l'incarico di segretaria regionale dello Spi-Cgil, componente del comitato direttivo della Cgil regionale e presidente del comitato direttivo dello Spi Calabrese. Con Graziella - conclude la nota - se ne va una donna dalle grandi qualità umane e politiche».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?