Salta al contenuto principale

Rai, confermata la poltrona di Rositani
L'ex sindaco di Varapodio resta nel cda

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

HA OTTENUTO la riconferma il calabrese che occupava uno dei posti nel consiglio d'amministrazione della Rai: si tratta di Guglielmo Rositani, ex sindaco di Varapodio nel Reggino, scelto con il voto del Pdl sia nella precedente occasione, sia al termine del voto di stamattina nella commissione di vigilanza.

 

Sono sette i componenti del cda Rai di pertinenza parlamentare. Insieme a Rositani ono stati eletti consiglieri Antonio Verro, Antonio Pilati, Luisa Todini, tutti e 4 per Pdl-Lega; Rodolfo De Laurentiis per l’Udc; Benedetta Tobagi e Gherardo Colombo, indicati al Pd dalla società civile e quindi votati dal gruppo in commissione. Prima dei non eletti è Flavia Piccoli Nardelli, che ha ottenuto 4 voti. Rispetto al precedente cda di Viale Mazzini sono riconfermati Verro, Rositani e De Laurentiis. A questi 7 nomi sono poi da aggiungere Anna Maria Tarantola e Marco Pinto, indicati invece dall’azionista di riferimento, il ministero dell’Economia. La nomina di Tarantola dovrà passare prima per il vaglio della stessa commissione di vigilanza, dove occorrerà una maggioranza del due terzi per l’ok definitivo alla sua nomina

 

Rositani, nato il 14 febbraio 1938 a Varapodio, è membro della Direzione nazionale di Alleanza nazionale. Laureato in Economia e commercio, ha militato fin da ragazzo prima nel Movimento Sociale Italiano e poi in An. Tra il 1986 e il 1992 ha fatto anche parte del Collegio sindacale della Rai. Rositani è stato deputato di An nell’XI, XII, XIV e XV legislatura e ha ricoperto, tra l’altro, il ruolo di vicepresidente della commissione Cultura di Montecitorio. Dal 2009 siede nel cda Rai. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?