Salta al contenuto principale

La Protezione Civile avvia l'iter
per superare il commissariamento

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

CATANZARO - Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti, con una nota dell’Ufficio Stampa della Giunta, comunica che ieri, in data 20 luglio, è stato trasmesso dal Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli lo schema di ordinanza al fine di acquisire la prevista intesa con la regione Calabria per «favorire e regolare il subentro della regione nelle iniziative finalizzate al superamento della situazione di criticità socio-economico-sanitaria della medesima Regione». La Regione Calabria, si legge, «è individuata quale amministrazione competente al coordinamento delle attività necessarie al completamento degli interventi da eseguirsi nel contesto di criticità socio-economico-sanitaria in atto nel territorio della medesima regione». Il Presidente Scopelliti «è individuato quale responsabile delle iniziative finalizzate al definitivo subentro della medesima regione nel coordinamento degli interventi» ed è autorizzato a porre in essere «le iniziative occorrenti per il proseguimento in regime ordinario delle iniziative in corso finalizzate al superamento del contesto critico in rassegna». Il Presidente della regione Calabria «è autorizzato a porre in essere, entro e non oltre trenta giorni dalla data di adozione del presente provvedimento, le attività occorrenti per il proseguimento in regime ordinario delle iniziative in corso, finalizzate al superamento del contesto critico in rassegna, e provvede alla ricognizione ed all’accertamento delle procedure e dei rapporti giuridici pendenti ai fini del definitivo trasferimento dei medesimi alla regione Calabria, unitamente alla documentazione amministrativa e contabile.» Il Presidente, che opera a titolo gratuito, può avvalersi «delle strutture organizzative della regione Calabria, nonchè della collaborazione degli Enti territoriali e non territoriali e delle Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, le quali provvedono nell’ambito delle risorse disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica». Inoltre «per l’attuazione degli interventi di cui alla presente ordinanza, si provvede, ove ne ricorrano i presupposti, utilizzando le procedure d’urgenza previste dall’ordinamento vigente». Acquisita l’intesa della regione Calabria, lo schema di ordinanza verrà inoltrato al Ministero dell’economia e delle finanze per il concerto del predetto dicastero, successivamente verrà emanata l’ordinanza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?