Salta al contenuto principale

Wwf: «Situazione drammatica
venga fermata la caccia»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Il WWF della Calabria si rivolge, in una nota, all’assessore regionale all’Agricoltura, Michele Trematerra, chiedendogli di disporre l’annullamento della preapertura della caccia, fissata per il 2 settembre, a causa della situazione di emergenza provocata dalla prolungata siccità.   «Se a questo quadro, già di per sè drammatico – afferma il WWF – si aggiunge la piaga degli incendi boschivi che hanno posto la Calabria ai vertici della triste classifica dei roghi estivi, che divorano migliaia e migliaia di ettari di foreste e macchia mediterranea, si può comprendere la preoccupazione per le specie animali che, già soggette ad uno stress fisico eccezionale e che di certo hanno subito le conseguenze della difficile situazione ambientale, saranno oggetto di caccia per l'intera giornata di domenica prossima, senza contare il disturbo arrecato a tutta la fauna, costretta a concentrarsi nelle zone scampate al fuoco e dove permangono le residue fonti di acqua».   Il WWF sottolinea inoltre che «la giornata di apertura anticipata della caccia avrebbe potuto eventualmente essere mantenuta in presenza di adeguati piani faunistici e di dati sul successo riproduttivo delle specie oggetto di un prelievo straordinario rispetto alla data ufficiale prevista dalla legge per la terza domenica di settembre, mentre è innegabile che la drammatica stagione estiva in corso, tra incendi e prolungata siccità, non ha potuto che compromettere, anzichè favorire, la riproduzione delle specie». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?