Salta al contenuto principale

Crisi al Comune di Vibo, il sindaco
caccia i tre dell'Udc dalla Giunta

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

VIBO VALENTIA - Il sindaco di Vibo Valentia Nicola D’Agostino, del centrodestra, ha revocato, con effetto immediato, la nomina del vice sindaco Salvatore Bulzomì e degli assessori Sabatino Falduto (Urbanistica) e Mario Di Fede (Attività produttive), tutti dell’Udc. La decisione è stata presa dopo che gli esponenti dell’Udc hanno lasciato l’aula del Consiglio comunale, ieri, durante la discussione sulla riduzione del numero degli assessori. 

«Rilevato – è scritto nel provvedimento del sindaco – come, con le dichiarazioni fatte dal capo gruppo Udc durante il consiglio comunale del 26 novembre e con la successiva uscita dall’aula dei consiglieri e degli assessori, sia venuto meno il rapporto politico con la formazione dell’Udc; dato atto che tale situazione è stata confermata dalle dichiarazioni del segretario cittadino dell’Udc, riportate dalla stampa odierna, secondo il quale i consiglieri del gruppo non prenderanno parte al consiglio comunale fino a quando non verrà chiarita la situazione; dato atto, pertanto, della necessità di ripristinare l’equilibrio all’interno della coalizione di maggioranza con la revoca dei mandati conferiti ai suddetti assessori».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?