Salta al contenuto principale

Il consigliere Rappoccio a giudizio immediato
Il gip accoglie la richiesta della procura

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

REGGIO CALABRIA – Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Reggio Calabria, Vincenzo Pedone, ha accolto la richiesta della Procura generale per il processo immediato nei confronti dell’ex consigliere regionale della Calabria, Antonio Rappoccio, eletto con la lista Insieme per la Calabria, arrestato nell’agosto scorso per associazione per delinquere, corruzione elettorale aggravata, truffa e peculato. Il giudice ha fissato l’inizio del processo per il 27 febbraio 2013. In quella data il processo sarà riunificato ad un secondo procedimento penale che vede indagato Rappoccio per il reato di corruzione elettorale. Il processo per il reato di corruzione elettorale doveva iniziare stamane ma la Procura ne ha chiesto il rinvio proprio con l’intendo di riunificare i due procedimenti. Alla richiesta del Pm non è opposto il difensore di Rappoccio, l’avv. Giacomo Iaria, ed i giudici hanno deciso il rinvio al 27 febbraio prossimo. Rappoccio, nell’inchiesta della Procura generale di Reggio Calabria, è accusato di avere costituito alcune cooperative al solo scopo di creare concorsi fantasma per posti di lavoro in cambio di voti e di avere schedato tutti coloro che vi hanno partecipato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?