Salta al contenuto principale

Primarie Pd, 4 le deroghe concesse
Battaglia, Censore, Maiolo e Magorno

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

CATANZARO – Confermate le indiscrezioni della vigilia, ma che presumibilmente apriranno polemiche e discussioni: per le primarie dl 29 dicembre del Pd da Roma sono arrivate solo quattro deroghe, che poi dovrebbero corrispondere ad altrettante posizioni utili per l’elezione a deputato. Si tratta dei consiglieri regionali Demetrio Battaglia (Reggio Calabria, area Bindi), Brunello Censore (Vibo Valentia, area Bersani), Mario Maiolo (Cosenza, area Letta) e del sindaco di Diamante Ernesto Magorno (area Renzi).   L’esclusione più clamorosa è sicuramente quella del capogruppo del Pd al Consiglio regionale Sandro Principe, mentre erano attese quelle di Pierino Amato e Tonino Scalzo, entrambi consiglieri regionali di Catanzaro. Non è ancora chiaro cosa accadrà invece per Enzo Ciconte, consigliere regionale non iscritto al Pd, ma che ha sostenuto alle recenti primarie per il leader della coalizione di centrosinistra proprio Bersani.   In attesa di possibili reazioni, tra oggi e domani la messa a punto finale da parte degli organismi regionali e provinciali del Pd delle candidature che si fronteggeranno tra una settimana alle primarie

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?