Salta al contenuto principale

Pd, fissato il calendario: il 16 giugno
si vota per le primarie in Calabria

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 38 secondi

SI svolgeranno il 16 giugno prossimo, prima data utile dopo l’eventuale turno di ballottaggio delle amministrative, le primarie aperte per l'elezione del segretario regionale del Pd calabrese. Lo ha annunciato il commissario del partito Alfredo D’Attorre al termine della riunione del Coordinamento regionale che si è svolta stamani. Fissate anche le date per l’elezione dei segretari provinciali.  

 «Nel corso della riunione – ha spiegato D’Attorre – ho illustrato, dopo le consultazioni svolte in questi giorni ed esercitando la mia responsabilità di commissario, il calendario per lo svolgimento delle assise. Nei prossimi giorni emanerò i relativi regolamenti che rispetteranno le indicazioni dello statuto del partito».   Il 27 aprile è la data ultima per la presentazione delle  candidature a segretario provinciale; il 4 e 5 maggio si svolgeranno le assemblee di circolo per il voto degli iscritti sui segretari provinciali e sulle liste a loro collegate per i componenti le assemblee provinciali. L’11 ed il 12 maggio sono in programma le assemblee provinciali per l’elezione degli organismi dirigenti e per l’eventuale ballottaggio tra i due candidati segretari provinciali più votati nel caso in cui nessuno abbia raggiunto la maggioranza assoluta con il voto tra iscritti così come prevede lo statuto nazionale.  

 Per il segretario regionale la presentazione delle candidature deve avvenire entro il 25 maggio. Il 2 giugno è in programma il voto degli iscritti nei circoli che è un voto consultivo sui candidati alla segreteria regionale e servirà ad indicare i tre candidati per le primarie. Se i vari candidati dovessero ottenere il 15% o più, il numero degli aspiranti potrà essere maggiore di tre.   «Sulla decisione di tenere l’elezione del segretario regionale nella prima data utile dopo le amministrative e di farlo con le primarie aperte – ha detto D’Attorre – c'è stata piena ed unanime condivisione nelle consultazioni che ho svolto, sia con i componenti del Coordinamento che con i vari coordinamenti provinciali. Da alcune parti è stata espressa la preoccupazione che lo svolgimento anticipato dei congressi provinciali potesse diventare di intralcio all’elezione del segretario regionale. In ogni caso, sia per il mio convincimento personale che sull'esito delle consultazioni, ho ritenuto giusto consentire lo svolgimento dei congressi provinciali, fiducioso che possano costituire un elemento di arricchimento del dibattito. E comunque ho assicurato che lo svolgimento del congresso regionale rimarrà fermo nelle date e nei modi stabiliti quale che sia l’esito dei congressi provinciali».   «Alle primarie aperte per il segretario regionale – ha sostenuto D’Attorre – potranno partecipare non solo chi ha votato il 25 novembre alle primarie per la premiership e che è già registrato ma anche nuovi elettori che si presentino direttamente ai seggi e che si dichiarino elettori del Pd’'.   «Entro mercoledì prossimo – ha concluso – le commissioni provinciali per il congresso completeranno il lavoro di certificazione dell’anagrafe degli iscritti. In alcune realtà è già stato completato e mercoledì il lavoro sarà ultimato ovunque».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?