Salta al contenuto principale

E' fuori anche Vallone: nessun calabrese
nella classifica dei sindaci più apprezzati

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

I SINDACI calabresi non piacciono ai loro cittadini. Non ce n'è nemmeno uno, infatti, nella classifica stilata da Datamonitor nella diciottesima edizione dell’indagine semestrale Monitorcittà. Significa che nessuno di loro è riuscito a ottenere un consenso superiore al 55 per cento. E questo in un contesto nazionale che registra un miglioramento dei giudizi dei cittadini sui loro amministratori: sui 110 comuni capoluogo monitorati sono 49 i sindaci che entrano nella «top 55%», contro i 45 della precedente edizione di sei mesi fa.

Nel luglio 2012 Arena, ora decaduto, era settimo tra i dieci amministratori di città metropolitane e nel marzo dello stesso anno, il primo cittadino reggino accresceva i consensi arrivando al 56,8% (+0,8%) a fronte del 56 dei sei mesi precedenti. C'era, sia pure in calo, In calo, invece, il sindaco di Crotone, Peppino Vallone, che dal diciottesimo scendeva al quarantaduesimo posto, forte comunque di un 55,6%.

Ora, invece, il vuoto.   Sono Paolo Perrone (Lecce), Mario Lucini (Como) e Vincenzo De Luca (Salerno) i tre sindaci più apprezzati in Italia. Perrone (centrodestra), al suo secondo mandato, ottiene il 64,2% di gradimento, Lucini (centrosinistra) il 63,8%, De Luca (centrosinistra) il 63,5%. In quarta posizione il sindaco di Palermo Leoluca Orlando (centrosinistra) con il 63%, seguito dal sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio (centrosinistra) sceso dal terzo al quinto posto.

Tra i primi dieci sindaci nella «top 55%» sette sono del centrosinistra che, nel complesso, ne acquisisce 37 su 49. La «top 55%» è composta da 29 Sindaci del nord (erano 22 nell’ultimo rilevamento), 7 del centro (in calo di tre), e 13 del sud (in calo di uno). Nessuna donna è presente in classifica. I sindaci che hanno registrato la crescita più cospicua (superiore al 3,5%) sono Marco Zambuto (Agrigento) con +6,7%, in nona posizione, Giuliano Pisapia (Milano) +5,0% in decima posizione, Marco Doria (Genova) +4,8% quattordicesimo e Paolo Perrone (Lecce) +4,4. Importante incremento di consensi hanno avuto anche Michele Emiliano (Bari +2,9%) e Massimiliano Cialente (L'Aquila +2,3%).

Oltre all’apprezzamento dei sindaci, Datamonitor fotografa la soddisfazione espressa dai cittadini sulla qualità dei servizi erogati. Sul podio si conferma il duo Bolzano-Trento, rispettivamente con il 76,9% e il 69,9%. Al terzo posto Reggio Emilia con il 66,1%. Seguono Belluno, Pordenone, Verbania, Udine, Biella, Sondrio, Aosta. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?