Salta al contenuto principale

Il Pd calabrese conferma le date per il congresso
E assicura: «Alla Regione niente larghe intese»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

LAMEZIA TERME - I maggiorenti del Partito democratico calabrese hanno trovato l'accordo e così la data del congresso che sancirà la fine del lungo commissariamento in Calabria è stata confermata. Entro il 16 giugno saranno eletti sia il nuovo segretario regionale sia i cinque segretari provinciali. «Si è convenuto – ha dichiarato il commissario Alfredo D'Attorre – che non è opportuno che gli sviluppi nazionali impediscano o pospongano lo svolgimento dei congressi provinciali e regionale, visto che il congresso nazionale si svolgerà, con ogni probabilità, dopo l’estate e che è condivisa la valutazione che a quell'appuntamento è opportuno che il Pd calabrese arrivi con organismi territoriali pienamente funzionanti. A questo punto abbiamo certezza dei tempi e delle regole». 

Ma rispetto alla situazione nazionale, il Pd calabrese si affretta anche a chiarire che in Calabria non c'è spazio per le larghe intese con il Pdl. Il voto favorevole che ha dato via libera alla riforma dell'Afor in Consiglio regionale, è destinato quindi a restare un aspetto isolato. «Non va assolutamente confuso con l’apertura di una stagione di larghe intese in Calabria», dice D'Attorre, affermando che nella riunione del direttivo che si è svolta oggi a Lamezia questa linea «pare sia stata condivisa»: «Sull'Afor - spiega il commissario - grazie ad un’azione anche congiunta di altre forze di opposizione e delle forze sindacali, siamo riusciti ad ottenere quei cambiamenti nella riforma che avevamo richiesto e quindi è stato giusto esprimere voto favorevole su un provvedimento che nella sua formulazione finale accoglie le nostre osservazioni, a partire dalla natura giuridica dell’ente».   

Per il resto, però, si va avanti con «una linea di netta alternatività e di radicale distinzione rispetto al fallimento di governo della destra calabrese». E un primo fronte di battaglia è già stato individuato sul tema dei rifiuti. Nei prossimi giorni il capogruppo regionale Sandro Principe, il presidente della Provincia di Cosenza Mario Oliverio e il sindaco di Crotone Peppino Vallone, presidfente dell'Anci regionale, terranno una conferenza stampa per illustrare il programma alternativo suggerito dal Pd.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?