Salta al contenuto principale

Muore Pino Guerriero, fu sindaco di Catanzaro e consigliere regionale nell'ultima legislatura

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

CATANZARO – E' morto la scorsa notte, dopo una lunga malattia, l’esponente socialista Giuseppe Guerriero, già sindaco della città di Catanzaro e consigliere regionale della Calabria. Nella sua carriera politica, Guerriero è stato più volte assessore e vicesindaco di Catanzaro, ricoprendo per un breve periodo la carica di primo cittadino nel 1987, subentrando ad Angelo Donato,che era stato eletto senatore. 

Socialista fin da giovanissimo, Guerriero è stato tesserato al Psi dal 1967. Dal 1973 al 1979 ha svolto attività sindacale nella Uil telecomunicazioni. È stato in seguito consigliere al Comune di Catanzaro dal 1980 al 1992 e, più volte, assessore dal 1983 al 1990; ha ricoperto la carica di vice-sindaco e, per alcuni mesi, di sindaco facente funzioni. Nel 1997, dopo quattro anni di assenza dalla politica, è tornato sui banchi del Consiglio sino all’elezione in Consiglio regionale. E' stato candidato, nel 1992, al Senato nel collegio di Catanzaro/Soverato, ed ha ottenuto il risultato di portare il suo partito dal 9% al 22%, mancando il traguardo dell’elezione per pochi voti. Ha ricoperto la carica di vice presidente del Consiglio comunale di Catanzaro. 

Nel 2005, è stato eletto in Consiglio regionale, in provincia di Catanzaro, nella lista dello Sdi. Nella seduta del 6 settembre 2007, Guerriero è stato eletto, consigliere-questore dell’Ufficio di Presidenza. Membro effettivo per il rinnovo della Commissione per gli affari del personale, fino al 31 gennaio 2008, Guerriero è stato presidente della Commissione consiliare regionale contro il fenomeno della mafia in Calabria. Il figlio Roberto è attuale capogruppo del Psi-ecologisti nel Consiglio comunale di Catanzaro. Domani è prevista la camera ardente a palazzo de Nobili, sede del Comune di Catanzaro, mentre nel pomeriggio, alle 16, nella chiesa di San Pio X, saranno celebrati i funerali.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?