Salta al contenuto principale

Lunedì ripartono i collegamenti Calabria-Sicilia
Servizio a rischio per mancanza di fondi

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

REGGIO CALABRIA - Riprenderanno da lunedì i collegamenti veloci tra le due sponde dello Stretto. Saranno gestiti dalle società 'Bluferries', tra Messina e Villa San Giovanni, e dalla 'Ustica Lines' nella tratta Reggio Calabria-Messina. “Siamo qui per chiarire la vicenda dei collegamenti nello Stretto di Messina, un servizio indispensabile per la Calabria e la Sicilia” hanno spiegato in conferenza stampa a Reggio, gli assessori ai trasporti di Calabria e Sicilia, Luigi Fedele e Antonino Bartolotta, affiancati dal vice sindaco di Villa San Giovanni Antonio Messina. 

L’assessore Fedele ha ripercorso i passaggi seguiti per superare quella che ha definito un “emergenza improvvisa, determinata - ha spiegato - dalla indifferenza del precedente Governo, l’esecutivo tecnico del premier Monti che non aveva previsto nessuna copertura finanziaria del servizio dei collegamenti nello Stretto, per la seconda metà del 2013. Ci siamo attivati subito con il collega siciliano Bartolotta presso il Ministero dei Trasporti. Dal Ministro Maurizio Lupi abbiamo ottenuto un finanziamento di 3 milioni di euro, che ci ha permesso di riattivare 9 corse al giorno su Villa San Giovanni e 10 corse su Reggio Calabria, che diventeranno 11 a partire dal mese di settembre. Corse che siamo riusciti a calibrare con l'orario dei voli da e verso l’Aeroporto dello Stretto”. “Non è una situazione ottimale. Non siamo qui - ha sottolineato Fedele - a festeggiare un successo, ma abbiamo scongiurato la soppressione di un servizio indispensabile e restituito tranquillità alle migliaia di persone, viaggiatori, studenti, turisti, semplici cittadini, che quotidianamente si spostano tra le due sponde dello Stretto. E’ un importante risultato, che per noi è però un punto di partenza. Dalla prossima settimana chiederemo al Ministro Lupi l’apertura di un tavolo tecnico permanente che ci consenta di predisporre tutti gli atti necessari per istituzionalizzare, attraverso bandi pluriennali il servizio di collegamento veloce nello Stretto di Messina”. Il vice sindaco di Villa San Giovanni Messina ha rivolto parole di apprezzamento per l’interessamento e l’impegno manifestato da Fedele e Bartolotta “fin dalla prima riunione romana”. 
“Con oggi - ha detto Bartolotta - sia apre una fase nuova tra le Regioni Sicilia e Calabria in relazione al miglioramento dei servizi sul territorio. L’impegno nostro adesso è quello di avviare una trattativa che affronti la specificità e la peculiarità dell’attraversamento dello Stretto non limitato al solo collegamento veloce, ma per tutto quello che riguarda il trasporto integrato all’interno di quest’area. Il Governo nazionale, ma anche i Governi regionali di Sicilia e Calabria non possono più affrontare in maniera separata i problemi dello Stretto. E’ necessaria un’azione sinergica per affrontare la questione in maniera concordata ed integrale allargando la visuale anche alle altre criticità che riguardano, per esempio, le aree di snodo passeggeri di Messina e Villa San Giovanni, strutture oggi fatiscenti sulle quali abbiamo chiesto a Rfi di intervenire”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?