Salta al contenuto principale

Lupi in Calabria, sull'A3: «Credo che ce la faremo»
E Ciucci rilancia: «Già spesi oltre 14 miliardi»

Calabria

Tempo di lettura: 
5 minuti 15 secondi

COSENZA - La giornata calabrese del ministro alle Infrastrutture, Maurizio Lupi, è diventata l'occasione per lanciare messaggi e prendere impegni rispetto alle tante opere ancora ferme o in ritardo nella regione, ma anche per rilanciare rispetto a quelle completate o in itinere. Ma la presenza di Lupi è diventata anche l'occasione per rispolverare il progetto del Ponte sullo stretto, accantonato e riaperto ogni qualvolta che intervengono personaggi politici pro e contro la mega opera. Questa volta è toccato al ministro rilanciare il progetto: "Penso che continui ad essere un’opera fondamentale e strategica - ha detto - proprio per il completamento della grande rete infrastrutturale. Ritengo che, visto che siamo in questo governo eccezionale, adesso dobbiamo darci la priorità di completare le opere e di smetterla di parlare di progetti che non si realizzano", ha comunque aggiunto il ministro. 

BINARI E ALTA VELOCITA'. «Mentre si realizza l’alta velocità, il trasporto regionale ferroviario deve essere una priorità». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, in Calabria per inaugurare 17 chilometri di A3 appena ristrutturati. Parlando poi del motivo della sua visita ha aggiunto «l'Italia non si può permettere di avere situazioni che non siano degne del Paese - ha detto Lupi - e per questo il Governo Letta deve durare: abbiamo un sacco di cosa da fare. Mi ha colpito quello che ci hanno detto i lavoratori: ci aiuti a far diventare la Salerno-Reggio Calabria il simbolo della rinascita e del fare. Ci siamo presi l’impegno di completare 322 km entro la fine di luglio - ha detto Lupi - e entro la fine dell’anno dovranno essere conclusi tutti i km finanziati dalla legge obiettivo e credo che ce la faremo». 
E CIUCCI RILANCIA: «IN CALABRIA GIA' SPESI OLTRE 14 MILIARDI». In occasione dell’apertura al traffico di 17 km di nuovi tratti dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, l’amministratore unico dell’Anas Pietro Ciucci, ha tracciato un bilancio dei lavori in Calabria, dove l’Anas gestisce una rete di 1400 km, ai quali vanno aggiunti i 295 km della tratta calabrese della A3, per un totale di 1.695 km. «La Calabria - ha affermato Pietro Ciucci - è una delle regioni nelle quali l’Anas ha in corso maggiori investimenti, dedicati sia alle nuove costruzioni che alle attività di manutenzione straordinaria. Il totale di investimenti complessivi per lavori realizzati, in corso e programmati, a partire dal 2006, è di 7,2 miliardi di euro sulla rete ordinaria e di 6,8 miliardi di euro per la sola tratta calabrese della A3 per un totale complessivo di 14 miliardi di euro». L’importo dei lavori ultimati o aperti al traffico nello stesso periodo ammonta a quasi 1 miliardo di euro per la viabilità ordinaria a cui si aggiungono circa 2,1 miliardi per l’ammodernamento della A3. Gli investimenti in corso ammontano a quasi 1,5 miliardi per la viabilità ordinaria e 1,6 miliardi sulla A3, mentre quelli di prossimo avvio valgono complessivamente 100 milioni di euro sulla rete ordinaria.
I NUOVI INVESTIMENTI AMMONTANO A 4,6 MILIARDI. L’Anas, inoltre, ha già inserito nei propri programmi ulteriori investimenti per 4,6 miliardi sulla rete ordinaria e 3,1 miliardi di euro destinati al completamento dell’autostrada A3. Per quanto riguarda la manutenzione della viabilità ordinaria, dal 2006, sono stati ultimati 121 interventi per un totale di quasi 93 milioni di euro, mentre attualmente, tra lavori in corso e di prossimo avvio si raggiunge un importo di 30 milioni di euro. In particolare, per la realizzazione della nuova 106 'Jonicà sono in corso i lavori relativi al megalotto 1 (Locri), alla variante di Roccella Jonica e di Marina di Gioiosa Jonica, per una lunghezza complessiva consecutiva di 24 km e un investimento di 485 milioni di euro. E’ stato affidato, ed è in corso la progettazione definitiva ed esecutiva, il megalotto 3 (Sibari-Roseto Capo Spulico) per una lunghezza di 38 km e un investimento di oltre 1,2 miliardi di euro, di cui finanziati circa 700 milioni. Di particolare importanza è la realizzazione dei collegamenti trasversali tra l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria e la strada statale 106 'Jonica'. Partendo da nord il primo collegamento trasversale, che consentirà di dare continuità tra le infrastrutture del versante tirrenico e del versante jonico, è costituito dalla strada statale 534 che unisce Firmo (A3) a Sibari (SS106). La cantierizzazione dell’intervento (circa 130 milioni di euro) è programmata entro il prossimo mese di ottobre. Procedendo verso sud, verrà realizzato il completamento del collegamento trasversale costituito dalla SS280 tra Lamezia (A3) e Catanzaro (SS106) per un importo di 33 milioni di euro. L’intervento è compreso nei più ampi lavori del megalotto 2 della strada statale 106 "Jonica" di cui l’asse principale tra Squillace e Simeri Crichi è stato completato. Tre giorni fa è stato aperto il raccordo tra l’asse principale e la vecchia statale 106 'Jonica', della lunghezza di circa 1 km, che ha reso funzionale l’intera tratta. Oltre agli interventi indicati, al fine di migliorare il livello di sicurezza della esistente SS 106, soprattutto in prossimità dei centri abitati, è prevista - e in parte già in fase di esecuzione - la realizzazione di ben 41 interventi di miglioramento degli incroci a raso esistenti mediante rotatorie o svincoli a livelli sfalsati, per un investimento complessivo di oltre 70 milioni di euro. Sulla 'Trasversale delle Serrè sono in corso lavori su circa 25 km, dei quali già aperti al traffico 16 km (compresi 7 km per la bretella di collegamento con il comune di Serra San Bruno), per un importo di 171 milioni di euro. L’apertura al transito dei restanti 9 km è prevista entro fine anno. E’ stato affidato ed è in fase di progettazione esecutiva un ulteriore lotto dell’importo di 44 milioni di euro che interessa il collegamento tra la A3 Salerno-Reggio Calabria, in corrispondenza dello svincolo Serre, e il viadotto Scornari e quello tra la località Cimbello e il bivio Montecucco, per una lunghezza complessiva di 6,3 km. Inoltre, è in corso di aggiornamento il progetto riguardante la bretella di 1,5 km per Petrizzi, dell’importo di circa 10 milioni di euro. Per il completamento del progetto della strada statale 182 "Trasversale delle Serre" occorrono 360 milioni di euro, dei quali circa 220 sono previsti dal Piano Nazionale per il Sud.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?