Salta al contenuto principale

I senatori M5S alla carica: «Il senatore Bilardi
è indagato, non può stare nell'Antimafia»

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

CATANZARO - L’intero gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle a Palazzo Madama ha scritto al presidente del Senato Pietro Grasso informandolo sulla pesante inopportunità della nomina in Commissione Antimafia da parte dei gruppi di appartenenza dei senatori Giovanni Bilardi (Gal) e Claudio Fazzone (Pdl).

"Il senatore Giovanni Bilardi, già consigliere regionale per la Lista 'Scopelliti Presidente', della quale è stato coordinatore e capogruppo, è indagato dalla Procura di Reggio Calabria per peculato, falso e truffa", scrivono i senatori grillini, che riguardo a Claudio Fazzone dicono: "E' sotto giudizio davanti al tribunale di Latina per abuso d’ufficio". Le contestazioni evidenziate dai senatori grillini rispetto a Bilardi, fanno riferimento all'indagine sui rimborsi facili nel Consiglio regionale della Calabria, che vede indagato l'attuale senatore nella qualità di capogruppo regionale ricoperto all'epoca dei fatti (LEGGI L'ARTICOLO).
E' il secondo caso sollevato dai grillini sui componenti della Commissione antimafia. In Calabria era già toccato al senatore Antonio Caridi, anch'egli del centrodestra, indicato dal gruppo del Pdl. Dopo le perplessità sollevate in aula dalla deputata Danila Nesci, Caridi aveva dovuto rinunciare all'incarico (LEGGI L'ARTICOLO).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?