Salta al contenuto principale

Pd, da Vibo nessun delegato in partenza per Roma
I Renziani annunciano l'annullamento delle votazioni

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

VIBO VALENTIA - Da Vibo Valentia nessun delegato del Pd andrà a Roma per partecipare alla Convenzione nazionale del partito a causa della sospensione delle votazioni per la scelta dei delegati effettuate nel territorio vibonese. A rendere nota la notizia è il coordinatore provinciale dei Comitati che sostengono la mozione Renzi, Gianluca Callipo, che spiega di avere appreso "da fonti ufficiali" la decisione assunta dalla Commissione nazionale di garanzia del Pd. «Una decisione - è scritto in una nota - scaturita proprio dalla denuncia presentata da circa 30 iscritti che mercoledì scorso hanno portato all’attenzione degli organi competenti le irregolarità che hanno caratterizzato le Convenzioni di Circolo nella provincia di Vibo Valentia, dove in quasi la metà dei Comuni non si è votato. Nonostante ciò, la Commissione provinciale di garanzia del Partito - si fa rilevare - approvò comunque a maggioranza il verbale con il quale si attestava il regolare svolgimento del voto, con questi risultati: votanti 3463; mozione Cuperlo 2031, mozione Renzi 1302, mozione Pittella 61, mozione Civati 69». Dati che per i sottoscrittori della denuncia sono «assolutamente non veritieri, ma decisi a tavolino e, dunque, espressione di una consultazione non regolare». 

In seguito a ciò, i renziani vibonesi decisero di non presentare alcun candidato in seno alla Convenzione provinciale riunitasi tre giorni fa nel capoluogo vibonese per indicare i rappresentanti delle varie mozioni che avrebbero dovuto partecipare alla Convenzione nazionale in programma domani nella Capitale. Coerentemente con la posizione assunta, lo stesso giorno fu inviata una dettagliata denuncia alle Commissioni di garanzia nazionale e regionale, affinché prendessero atto di quanto avvenuto e invalidassero le Convenzioni di Circolo nel Vibonese. Istanza che è stata ritenuta fondata e che, quindi, «ha determinato l’annullamento della consultazione e l'esclusione dei rappresentanti vibonesi del Pd dall’imminente Convezione nazionale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?